Post

qualcosa da leggere...

La luna del cacciattore #info #storia

Immagine
Sarebbe bellissimo andare nella zona delle risaie a far foto al tramonto e poi alla luna.
Perché dico così?

Queste sono le mie risaie
E  alle 18:45 di mercoledì 24 ottobre la Luna raggiungerà la fase di Luna Piena e prenderà il nome di “Luna del Cacciatore”. Come per gli altri pleniluni dell'anno si tratta dell'appellativo assegnato dalla tribù dei nativi americani algonchini, che scandivano i propri mesi con un affascinante calendario lunare. Curiosamente il nome “ufficiale” della Luna Piena di ottobre non è sempre Luna del Cacciatore, ma ogni tre anni prende quello di Luna del Raccolto, come avvenuto nel 2017. Ciò è dovuto al fatto che gli ‘indiani d'America' attribuivano il nome di Luna del Raccolto – quella legata alla maturazione di mais, grano e altri alimenti – al plenilunio più vicino all'equinozio d'autunno; solitamente è quello di settembre, ma può essere anche quello di ottobre, come avvenuto lo scorso anno e come sarà nel 2021.
               Questa…

L'eleganza del riccio? No! Della Topina Neutrina ♡

Immagine
Non leggo mai per bene i libri prestati. Perché un libro prestato è un libro da rispettare e custodire fino alla resa di esso. Non è tuo. Non ti appartiene.
Per me, leggere per bene un libro significa leggerlo fino a consumarlo anche fisicamente. Significa, là dove è possibile, portarlo sempre con me a spasso per la mia vita. Significa leggerlo quando mangio o prima di dormire.  Significa sottolinearlo, fotografare le pagine. Prenderlo in mano, in qualsiasi stato siano le mani.  Con questo non dico sciuparlo o rovinarlo ma semplicemente e solo vivermerlo.
Invece voi come vivete i vostri libri?

Detto e chiesto ciò mi appresterò a leggere di nuovo e per bene l'eleganza del riccio.

Sento che un libro che mi può rappresentare e merita una mia nuova lettura. Le similitudini sono molteplici ma anche no.


Anche se l'ho già  letto, infondo Io a questo punto quasi non lo so più chi sono o meglio, so chi ero stamattina quando mi sono alzata, ma da allora credo di essere cambiata più di u…

Con gli occhi rossi di chi ha corso troppo oppure pianto...non me lo ricordo: si volta pagina e si ricambia look come se fosse la mia pelle...

Si volta pagine! Anzi si incomincia un libro nuovo dove non c'è memoria di vecchi amori o storie. Si disinpara che non c'è amore per una vecchia giovane ragazza.
Non ce futuro davanti ma è sempre un cadere a capofitto.
Invece no...
Parlerò per ultima volta di Icaro, il topino della mia vita. Non volevo perdonarlo perché non volevo lasciarlo andare ma il bene che gli ho concesso non ammetteva compromessi. A prescindere da me non è tornato e non tornerà e io realmente non posso più stare ad aspettarlo.

Si ricomincia sempre da qui: confusa ma libera. Con nuovo look al blog come se fosse una nuova pelle.
Ho ricongelato Istangram e facebook,  con tutti i suoi ricordi. Non l'ho fatto per lui o altri ma per me. Da un po' cerco un'altra strada, un altro tipo di realtà, dove i social non servono.
Rimane il blog e rimango io e spero di tenervi ancora per molto compagnia^^



Una storia che commuove e dà speranza: Nicholas Winton

Immagine
Prima desidero che vediate questo video e poi vi racconto una storia di straordinaria umanità. Quella di Nicholas Winton.

Quindi questo meraviglioso uomo nel 1939 mise in salvo centinaia di bambini ebrei dalla Cecoslovacchia e per decenni non ne parlò a nessuno: è morto a 106 anni.

«Chi si occuperà dei bambini?». È questa la domanda che si fece Nicholas Winton, un agente di cambio inglese 29enne, quando nel 1938 capitò a Praga. Mentre la guerra si espandeva in tutta l’Europa, alcune associazioni umanitarie avevano iniziato a prendersi cura degli ebrei e di altri gruppi di persone minacciate dalla Germania di Hitler. Ma Winton si accorse che nessuno stava pensando ai bambini che abitavano in Cecoslovacchia.

Ispirandosi a Kindertransport, un’operazione di salvataggio per i bambini attiva in Germania e Austria, Winton si diede una missione che definì la sua “impresa bellica”. Durante la Seconda guerra mondiale è stato stimato che Winton abbia salvato le vite di almeno 669 fra ragazzi e rag…

PadreMadre

Immagine
PadreMadre
Cesare Cremonini

Padre, occhi gialli e stanchi,
Nelle sopracciglia il suo dolore da raccontarmi



Madre, gonna lunga ai fianchi,
Nelle sue guance gli anni e I pranzi coi parenti




Non mi senti? O non mi ascolti,
Mentre piango ad occhi chiusi sotto al letto.

Padre, e se mi manchi
È perché ho dato più importanza ai miei lamenti



Madre, perché piangi?
Ma non mi hai detto tu, che una lacrima è un segreto?

Ed io ci credo, ma non ti vedo
Mentre grido e canto le mie prime note!

Ma se, una canzone che stia al posto mio non see'è,
Eccola qua: è come se, foste con me!


Padre, mille anni,
E quante bombe sono esplose nei tuoi ricordi!


Madre, tra I gioielli,
Sono ancora il più prezioso tra I diamanti?

Ma non mi ascolti, non mi senti,
Mentre parto sulla nave dei potenti!



Ma se, una canzone che stia al posto mio non see'è,
Eccola qua, è come se, foste con me!
Ma se, una canzone che stia al posto mio non see'è,

Uno spaccato di Milano

Immagine
Prima della mostra di real body siamo scesi a Lanza con la metro e siamo entrati nel parco del Sempione vicino al castello e l'arco della pace.


Nel mentre un incontro con un "artista" (secondo me lo era) delle bolle di sapone. Le bolle mi attraggono da sempre per la loro complessa armonia di scienza, filosofia, poesia, chimica e anche arte fra giochi di luce e riflessi. Le bolle a mio avviso hanno tutto nel loro istante. Vi regalo questi scatti che rappresentano bene le mie teorie poetiche sulle bolle. Tutte le foto mostrate sono state fatte con il mio Samsung note 8.






Poi ci siamo diretti verso una mostra gratuita che si è  dimostrata molto interessante e di tutt'altro genere. Ma nel dirigerci ho fatto questo scatto che mi è venuto abbastanza bene^^ oltre il soggetto in sé (che non approvo -.- in quanto cartomante) Ma passiamo alla mostra... Mostra documentaria: il pacifismo sconfitto.