download immediato del pdf dell'antologia dei Racconti di Sharazan

Studio sul fiocco di neve #scatti #wikinina #haiku #citazioni #versi #poesia

Ma che bella giornata quando ti devi alzare un ora prima con l'ansia che sia nevicato.
Arrivi a lavoro tentando di non scivolare 300 volte.
sollevamento pesi...con rompi sale indurito... 

 spalattina di 2 ore perché ghiacciato con la gente che aspetta...

 altri 500 tentati di slittamento verso la caduta...

 entrate più pericolose che mai.... con funesto addio allo splendore a causa del sale...

passeggiata e spalattina, con spolverata di sale nel circondariale...
sale pure nelle murande. Piedi e mani congelati.

Dissertazioni sulla neve con versi e altro...

Wikinina: Il fiocco di neve è una particella di acqua allo stato solido, costituita dall'aggregazione di più cristalli di ghiaccio (in genere circa 10 milioni di volte più piccoli del fiocco), la cui formazione e caduta attraverso l'atmosfera terrestre, in determinate condizioni meteorologiche di temperatura e umidità, dà luogo al fenomeno di precipitazione noto come neve.
La genesi dei fiocchi di neve avviene nelle masse di aria sovrassature di umidità (nubi), allorché microscopiche goccioline (del diametro di 10 µm) di acqua sopraffusa (a temperature inferiori -18 °C) cambiano il loro stato passando dalla fase liquida a quella solida assumendo caratteristiche forme cristalline, un cambiamento innescato da un processo di nucleazione che si sviluppa attorno a un nucleo di impurità (organica o inorganica) del pulviscolo atmosferico.
 Una volta caduti al suolo e accumulatisi, i cristalli di ghiaccio subiscono una metamorfosi per effetto dei cambiamenti di temperatura e umidità, e si fondono a formare il manto nevoso. Le caratteristiche del manto riflettono la mutata natura dei cristalli di ghiaccio costituenti.Quando tali singoli cristalli si aggregano in strutture molto più grandi, il risultato finale si può presentare umido o parzialmente fuso in conseguenza dell'attraversamento di strati d'aria con temperature vicine o di poco superiori al punto di congelamento, con formazione di particolari aggregati, come neve tonda, pioggia gelata, nevischio.
 Sebbene costituiti da ghiaccio trasparente, i fiocchi di neve appaiono bianchi alla vista a causa della riflessione diffusa dell'intero spettro elettromagnetico della luce visibile da parte delle piccole sfaccettature della superficie dei cristalli.


 momento spastico...


versi ispirati:

Neve, fredda e spettacolare che si scioglie e si trasforma in acqua pura.
Acqua pura che diviene ossigeno.
Sangue che scorre
trasportando vita e ossigeno.
Fiocchi di neve
nel loro rosso defluire
sul loro bianco adagiarsi.
Bianco fuori
rosso dentro.

momento spirituale e intellettuale e artistico sulla conteplazione paesaggistica e fisica dei fiocchi di neve...

#haiku
Fiocchi di neve
rosso Me sul bianco
loro essere.

Comunque bella la neve... io sono la regina della neve!! Lo sapevate?? #buongiornata.
Per ora qui... missione compiuta.
Altri scatti...


Cade la neve

Cade la neve come la notte leggera e silenziosa
bianca e trasparente.
Ella danza nell’aria mentre ti guarda.
All'improvviso
un fiocco  solitario
sul tuo viso si poggia
e tenero un bacio ti porge.
Sciogliendosi così, amandoti così..
diviene  lacrima, diviene anima, diviene  gioia, diviene  amore.
Ma non ha tempo per parlarti
c’è troppa confusione.
Ma non ha tempo  per i rimpianti
c’è troppa passione.
Ma non ha tempo  per amarti
esso concede e poi scompare.

Un petalo

Un petalo, solo un piccolissimo petalo
di lei il destino mi lasciò
delicato nelle mie mani.
Forse esso s'impiglio tra il mio cercare di farla restare e il suo cercare di andar via.
Tutto in un attimo
tutto in un soffio
che come neve
scende, ti guarda e poi scompare.
Ma che a sorpresa, incauta dimenticò: un piccolissimo petalo!
Oh petalo, quante cose ti vorrei dire se tu ora mi ascoltassi.
Quante cose mi potresti dire tu se ora io ti parlassi.
Ma esso tace e non promette niente
se non quello di seccarsi, di scomparire
come il ricordo di colei che un dì me lo
lasciò fra le mani.
La
Resilienza
In uno
Scatto.

Verde foglia in bianco neve

Verde eri tu, esile e brillante
come un filo d'erba
che dalla nera notte è stato baciato.
Bianca ero io, come la neve stessa
il mio andare era ondeggiante
come il suo sul suolo adagiarsi.
Non fummo mai legati
come elementi che fra loro non c'entrano niente
non si appartengono.
Eppure un giorno io arrivai a te
ti caddi addosso
silenziosa e inaspettata
eppure opportuna
e in qualche maniera desiderata.
Ci appartenemmo
per un attimo
solo per un attimo
poi sparii dissolvendo
baci, abbracci ed ogni altra cosa detta.
Non ti lasciai nulla del mio passare
se non quella parte infinitesimale di me
quella che non si mostra mai, ma che ora vive in te.
Non mi lasciasti nulla
fuorché un nome
che brucia sulla pelle nei giorni di sole
verde foglia in bianco neve
ora e per sempre.

sento

Sento un battito
sento un pensiero
una mano che scrive piano ciò che dal cuore gli viene.
Questo è luce
è fuoco
è neve che si scioglie
è un’onda che gioca con il mare
è l’immenso che ritrova se stesso.
Sento tutto questo
Sento te, sento amore, amore per te.

 La regina delle nevi

Sono  la regina delle nevi, dicono  che non so amare.
Ma non è vero
non  è facile lasciarsi andare.
Io lo vorrei
ma dentro nevica, nevica  sempre.
È neve sottile
ma non riesco a scioglierla.
Solo la mano calda della principessa ci riesce ma dove lei passa
essa ricade, ricade ancora.
Sembra andare tutto bene il freddo sta calando
quando una voce  grida
dall’alto: Salvate la regina! Salvate la regina!
Ma nulla vi può Solo l’amico sole che tutto scioglie.
Ha promesso che verrà



 Infinito

Vi sono giorni
la cui luce del sole freddamente  splende.
E ciò che è normale diviene banale
strappando alle speranze pietà nascoste.
Ma come  dalla bianca neve un fiore sbucare saprà
anche un brivido colorato
e caldo al mio cuor arriverà.
E sei tu la speranza, l'infinito.
La mano calda che veloce  scrive
il soffio ironico  e divertente
che distende, riempie
le mie giornate stanche.
La vita a volte non è come  si vorrebbe
quasi mai lo è
ma tu esisti
ed è questo il vero senso
il bene profondo
allora va bene, va bene anche così.


Il Re e la Regina

Una volta tanto tempo fa viveva un re
che amava una ragazza ma pur amandola la lasciò.
Perché lui era il re dell'estate e lei la regina dell'inverno.
Lui amava troppo la vita per prendersi cura di lei.
Ma ogni qualvolta il re vedeva un fiocco di neve
la sua mentre ritornava a quella sera della brezza leggera
dove non c'era tempo e non c'era luogo.
Dove c'era solo lei che aspettava e lui che incontro le andava.
fin quando insieme la sera non diventava mattina.
Oscuro è l'antro del dolore
e male gli faceva il cuore.
La regina dell'inverno dal bianco splendore
non c'era più, sposò la primavera
dai dolci colori tenui e mai scomposti.
La regina dell'inverno non sposò l'autunno
che malinconico concludeva la sua vita
regalandole I suoi ultimi colori.

E ora vi lascio con le citazioni sulla neve:

Sii come la neve. Fredda e spettacolare ma pure un pochino ghiacciata così che scivolino meglio.
(Anna Piediscalzi)

Il nome di silenzio, oltre quello della neve sul tetto e sulla terra.
(Erri De Luca)

Nevicata. La metamorfosi del mondo avviene in silenzio.
(Heinrich Wiesner)

La neve cade, la neve cade,
come se non cadessero i fiocchi,
ma in un mantello rattoppato
scendesse a terra la volta celeste.
(Boris Pasternak)

Apri le narici. Annusa la neve. Lascia che la vita accada.
(Sylvia Plath)

Quando si descrive la neve, si dovrebbe cominciare dalle risate dei bambini
(Fabrizio Caramagna)

Mi chiedo se la neve ama gli alberi e campi, che li bacia così dolcemente. E li copre come con una morbida trapunta bianca; e forse dice “Andate a dormire, cari, finché non arriva l’estate di nuovo.”
(Lewis Carrol, Alice nel paese delle meraviglie)

La prima neve è scesa frivola, sulla terra fredda, è venuta in avanscoperta, non è rimasta, è ripartita leggera, tre piccoli giri, due passi di danza, la neve è una bambina.
(Christian Bobin)

Ogni persona doveva avere un suo fiocco di neve in cui c’era una mappa interna della sua vita.

(Orhan Pamuk)

Tra le tante cose fatte di materiali semplici c’è la neve: la neve è fatta d’anima.
(Fabrizio Caramagna)

E’ scesa la neve
a visitare la valle.
Giunge senza rumore.
Così scendono i sogni.
Guardiamola scendere.
Ha dita così dolci,
così lievi e sottili,
che sfiorano senza toccare.
(Gabriela Mistral)

Della neve rimpiango la discrezione. Faceva tutto in una notte e, al mattino, la trovavi in giardino con alberi, tetti e strade arredate.
(iBluelady, Twitter)

Nevica.
Ed è tutto così, lento, sinuoso, elegante, delicato, soffice, così. Lindo.
(followfabrizio, Twitter)


Amo la neve. Amo soprattutto la neve che accade quando meno te lo aspetti. Ci si sente come dentro un segreto.
(Fabrizio Caramagna)

La neve rallenta, modifica, ti ferma per farsi ammirare meglio. La neve riporta a altre nevi, a altri sguardi, a altre vite, a tutti gli inverni, a tutte le età che hai attraversato, anno per anno. La neve pesa poco, pesa meno dell’aria limpida, del sole e della pioggia. La neve è roba mia.
(Mina)

La neve possiede cinque caratteristiche principali.
È bianca. Dunque è una poesia. Una poesia di una grande purezza.
Congela la natura e la protegge. Dunque è una vernice. La più delicata vernice dell’inverno.
Si trasforma continuamente. Dunque è una calligrafia. Ci sono diecimila modi per scrivere la parola neve.
È sdrucciolevole. Dunque è una danza. Sulla neve ogni uomo può credersi funambolo.
Si muta in acqua. Dunque è una musica. In primavera trasforma fiumi e torrenti in sinfonie di note bianche.
(Maxence Fermine)

Dovremmo imparare dalla neve a entrare nella vita degli altri con quella grazia e quella capacità di stendere un velo di bellezza sulle cose
(Don Cristiano Mauri)

Quando ne parlò al padre, questi vi trovò solo aspetti negativi, come se la strana passione del figlio per la neve gli rendesse l’inverno ancor più ostile.
“È bianca; pertanto è invisibile e non merita di essere.
Congela la natura e la protegge; la superba, chi si crede d’essere per pretendere di rendere statua il mondo?
Si trasforma continuamente; pertanto è infida.
È sdrucciolevole; chi mai può provare piacere a cadere sulla neve?
Si muta in acqua; lo fa per meglio inondarci durante il disgelo.”
(Maxence Fermine)

Le pietre dormono sotto la neve con sogni verdi nel cuore.
(Olav H. Hauge)

Fiocchi di neve – luce fiorita.
(Vasile Ponea)

Della neve mi piace che lo sa di essere bellissima. Fa scendere i fiocchi piano piano e li puoi seguire con lo sguardo fino a quando non si posano.
È come una donna: sa bene come fare per farsi guardare.
(Claudia Camillo)

Quando si avvicinava l’inverno – Filippo andava a stare in montagna e aspettava la neve. La neve è strana come dovrebbero essere sempre strane tutte le ragazze dei primi appuntamenti d’amore, e alle volte cadeva puntuale al suo arrivo, altre volte si faceva aspettare per giorni e giorni.
(Goffredo Parise)

Distesa sul divano, con le mani tra le ginocchia, Mariam fissava i mulinelli di neve che turbinavano fuori dalla finestra.
Una volta Nana le aveva detto che ogni fiocco di neve era il sospiro di una donna infelice da qualche parte del mondo. Che tutti i sospiri che si elevavano al cielo si raccoglievano a formare le nubi, e poi si spezzavano in minuti frantumi, cadendo silenziosamente sulla gente.
“A ricordo di come soffrono le donne come noi” aveva detto. “Di come sopportiamo in silenzio tutto ciò che ci cade addosso”.
(Khaled Hosseini)

Senti la neve contro i vetri della finestra, micino? Ha un suono così bello e delicato! Proprio come se qualcuno di fuori coprisse di baci tutta la finestra! Forse la neve ama gli alberi e i campi, se li bacia con tanta gentilezza!
(Lewis Carroll, Alice nel paese delle meraviglie)

Aveva quasi smesso di nevicare. La sera era nitida come un disegno a carboncino.
(Boris Pasternak)

Alcuni fiocchi si sono smarriti, brancolano indietro verso il cielo:
Incontrando quelli che cadano in lente volute, si volgono e ridiscendono.
(Thomas Hardy)

Era una notte di luna piena. Ci si vedeva come in pieno giorno. Un esercito di nuvole soffici come fiocchi venne a mascherare il cielo. Erano migliaia di guerrieri bianchi che si impadronivano del cielo. Era l’esercito della neve.
(Maxence Fermine)

Quando la neve cade, la natura ascolta.
(Antoinette van Kleeff)

La luce della neve spegne in noi tutta l’umana ingordigia
(Elena Anahva)

Attraversiamo il mondo come ciechi, senza vedere che un piccolo fiocco di neve è fatto di migliaia di galassie, che lo stelo di un mughetto o il sorriso di un bambino parlano la stessa lingua delle stelle.
(Fabrizio Caramagna)

Una palla di neve in faccia è sicuramente l’inizio perfetto per un’amicizia duratura.
(Markus Zusak)

E se i fiocchi di neve fossero delle bianche buste contenenti messaggi invisibili, lettere di corrispondenza che le fate mandano ai bambini?
(Fabrizio Caramagna)

E si amarono l’un l’altro sospesi
su un filo di neve.
(Maxence Fermine)

Wow, ha davvero nevicato stanotte! Non è fantastico? Tutto ciò che era familiare è scomparso e il mondo sembra nuovo di zecca! Un nuovo anno… un nuovo inizio! E’ come avere una gigantesca pagina bianca su cui disegnare. Un giorno pieno di possibilità! E’ come un magico mondo, Hobbes, vecchio amico mio… andiamo ad esplorarlo!
(Bill Watterson)

La prima nevicata non è solo un evento, è un evento magico. Si va a letto in una specie di mondo e ci si sveglia in un altro del tutto diverso, e se questo non è incanto allora ditemi voi in quale altro luogo posso trovarlo.
(JB Priestley)

La neve è una poesia. Una poesia che cade dalle nuvole in fiocchi bianchi e
leggeri.
Questa poesia arriva dalle labbra del cielo, dalla mano di Dio.
Ha un nome. Un nome di un candore smagliante.
Neve.
(Maxence Fermine)

Amo la neve per la stessa ragione per cui amo il Natale: unisce le persone, mentre il tempo si ferma. Le coppie che si tengono per mano serpeggiano pigramente per le strade e bambini tirano le slitte e si inseguono con le palle di neve. Nessuno sembra essere in corsa per sperimentare qualcosa di diverso dalla gloria del giorno.
(Rachel Cohn)

La neve che cade in silenzio nel bel mezzo della notte sempre riempire il mio cuore con una dolce chiarezza.
(Novala Takemoto)

“Yuko, hai trovato la tua strada?”
Il giovane si inginocchiò e disse:
“Meglio ancora, padre. Ho trovato la neve.”
(Maxence Fermine)

Nient’altro che del bianco a cui badare.
(Arthur Rimbaud)

Le due cose più belle, l’amore e la neve, che fanno sì che si guardi il mondo con occhi di nuovi puri.
(Charles Finch)

Il tempo è come un fiocco di neve scompare mentre cerchiamo di decidere cosa farne.
(Romano Battaglia)

La neve pose una tovaglia silenziosa su tutto. Non si sente se non ciò che accade dentro casa. Mi avvolgo in una coperta e non penso neppure a pensare. Sento un piacere d’animale e vagamente penso, e m’addormento senza minor utilità di tutte le azioni del mondo.
(Fernando Pessoa)

Il cielo è basso, le nuvole a mezz’aria,
un fiocco di neve vagabondo
fra scavalcare una tettoia o una viottola
non sa decidersi.
(Emily Dickinson)

Ha nevicato anche l’anno scorso: ho fatto un pupazzo di neve e mio fratello l’ha buttato giù e io ho buttato giù mio fratello e poi abbiamo preso il the insieme.
(Dylan Thomas)

Era
timidamente festosa
era
fittissimamente di sé sicura.
Giacque
in terra
sui tetti
e stupì tutti
con la sua bianchezza.
(Evgeni Evtusenko)

La neve era troppo leggera per restare, il terreno troppo caldo per tenerla. E la strana neve primaverile cadeva solo in quel momento dorato dell’alba, quando la pagina gira tra la notte e il giorno.
(Shannon Hale)

La neve sull’acqua: il silenzio sul silenzio.
(Jules Renard)

Forse è un peccato anche questo?
Non sono stato un buon ospite per il primo fiocco di neve che si è depositato sulla mia mano e si è subito sciolto.
(Fabrizio Caramagna)

Su questa landa innevata
Morte ci fa
Buddha di neve.
(Chôsui)

Anche nei nostri sogni nevica, ma una sola volta nella vita.
(Orhan Pamuk)

Grazie per la neve che sta scendendo. Mi è sempre piaciuta, ma adesso mi sembra proprio puntuale. Tempestiva. Porta pulizia. Porta bianco. Costringe all’attenzione. Ai tempi lunghi. Lima rumori e colori. Lima le bave dei sensi. Ce n’è bisogno. Ancora per un po’.
(da La neve se ne frega di Luciano Ligabue)

Centomila gavette vuote di cibo, colme di ghiaccio, costellavano la neve e segnavano la sorte dei combattenti imprigionati nella sacca presso il Don.
(Giulio Bedeschi)

Questa neve violenta
ostinata e diagonale.
cade fortissima.
mi viene da pensare:
è una neve da romanzo di Puškin
è una neve da versi di Chlebnikov
è una nevicata russa, originale.
cade fortissima.
mi viene da pensare:
sarebbe bello se tu fossi un husky
portarti a spasso, nella neve, a giocare
portarti a spasso per tutta la città
metterti il guinzaglio, per l’eternità.
(Francesca Genti)

Lo specchio è chiaro
e terso
tra i fiori di neve.
(Basho)

Quando nevica, con che delicatezza il cielo prende il grande viavai del mondo e lo mette dentro una bolla silenziosa.
(Fabrizio Caramagna)

C’è solo qualcosa di bello nel camminare sulla neve che nessun altro ha calpestato. Ti fa credere che sei speciale, anche se sai che non lo sei.
(Carol Rifka Brunt)

Prima di amare impara a camminare sulla neve senza lasciare traccia.
(Proverbio turco)

La neve possiede questo segreto di ridare al cuore un alito di gioia infantile che gli anni gli hanno impietosamente strappato.
(Antonine Maillet)

Che cos’è la neve? Un po’ di freddo, molta infanzia.
La presenza pura.
(Christian Bobin)

Capovolgerò questa giornata, solo per vedere se scende la neve
(wzgore, Twitter)

Non desidero una rosa a Natale più di quanto possa desiderar la neve a maggio: d’ogni cosa mi piace che maturi quand’è la sua stagione.
(William Shakespeare)

Diceva un foglio bianco come la neve: Sono stato creato puro, e voglio rimanere così per sempre. Preferirei essere bruciato e finire in cenere che essere preda delle tenebre e venir toccato da ciò che è impuro”.
(Khalil Gibran)

«Attorno alla parola si addensa la neve» (Celan), quella bianca come il foglio, quella che non viene in inverno e non si lascia spalar via, quella di sempre: «la neve del taciuto».
(Giuseppe Zuccarino)

Potrei leggere il desiderio d’eternità perfino negli occhi di un pupazzo di neve.
(Valeriu Butulescu).

Siamo una palla di neve che non sa quanti fiocchi di eternità contiene in ogni momento dentro di sé
(Sorin Cerin)

Anno nevoso, anno fruttuoso
(Proverbio)

Commenti

  1. Un post magnifico.
    Abitare in Siberia aiuta a giocare con la neve.

    RispondiElimina

Posta un commento