Dal 1° dicembre modem libero. Anticipazioni sulle configurazioni per gli operatori italiani.

Dal blog dedicato a Iliad 4fan.it

Notizuola presa dall'articolo di Sara Monti.

Da sabato 1° dicembre 2018 è entrata ufficialmente in vigore la delibera di AGCOM n. 348/18/CONS che disciplina (finalmente) la libertà di scelta del terminale per la propria connessione internet, nello specifico il modem/router per la connessione ADSL o Fibra per la casa. Da questa data i clienti possono quindi scegliere liberamente se accettare il modem imposto dall’operatore telefonico oppure utilizzarne o acquistarne un altro.

L’unico gestore che ha messo da subito a disposizione tutte le notizie e le specifiche per la configurazione di un modem generico è TIM, gli altri bene ma non benissimo.

Sul sito ufficiale di TIM infatti cliccando questo link potete avere sin da subito tutte le informazioni per configurare al meglio il vostro modem, nulla vieta ovviamente che possiate chiamare il servizio clienti al 119 e farvi seguire da un operatore. Ora si attendono, ma non solo per TIM, le offerte che tengano conto del modem non incluso.

Fastweb dovrebbe e sottolineo dovrebbe presentare a giorni una nuova offerta che si adeguerebbe alla nuova direttiva, staremo a vedere.

Per quanto riguarda proprio Fastweb, trovate in questa pagina tutte le informazioni necessarie alla configurazione di un modem generico sia in Adsl, Vula che Fibra. Ovviamente c’è da sapere che in caso di guasti di un modem di proprietà dell’utente, eventuali riparazioni restano a carico del cliente così come non ci saranno più servizi di assistenza tecnica dedicati. Insomma si viene parecchio scoraggiati dal possedere e utilizzare un modem di nostra proprietà, tanto vale accettare quello che ci fornisce l’operatore almeno che non siamo dei tecnici specializzati.

Per quanto riguarda invece Wind, al momento sembra mancare una sezione dedicata all’argomento sul sito ufficiale, per ora possiamo dirvi che le informazioni necessarie alla configurazione di un modem di terze parti saranno rese disponibili a breve a questa pagina del sito.

Vodafone invece fa sapere che ci saranno informazioni e offerte in merito agli inizi del 2019 specificando nella pagina Informa del suo sito ufficiale che Vodafone sta provvedendo ad adeguare la propria infrastruttura di rete al fine di consentire l’accesso ad Internet con modem scelti dal cliente e compatibili con la rete di Vodafone. Non appena completate le attività Vodafone provvederà a darne adeguata informativa in tale sezione e comunque ad inizio 2019. Qualora il cliente volesse migrare verso altro operatore, Vodafone non ti addebiterà alcun costo in caso di mancata restituzione della Vodafone Station.

Tiscali da parte sua al momento non riporta riferimenti specifici ma a onor del vero, l’operatore sardo da tempo mette a disposizione dei clienti nell’area specifica del sito le configurazioni per modem generici. Inoltre Tiscali propone una pagina dedicata ai modem “certificati”.
E intanto in Francia…

In Italia è modem libero ma nella vicina Francia, terra natia di Iliad, proprio oggi la compagnia ha rilanciato completamente la propria offerta sul fisso, con i nuovi FreeBox Delta.

Il device di Iliad più innovativo di sempre, presentato in pompa magna con un evento in stile quasi Apple. Il Freebox Delta è un dispositivo capace di mixare le velocità della fibra, della normale ADSL e della rete 4G, così da portare l’esperienza di navigazione degli abbonati Free al massimo.

FreeBox Delta apre anche alla visione di un mondo di contenuti, grazie alla partnership di Free con Netflix, Tv Canal Panorama e LeKiosk.

Il nuovo device permetterà a Free di riprendere la propria crescita e conquistare nuove quote di mercato, dopo i rallentamenti degli ultimi mesi.

Chissà che questi device non arrivino presto anche da noi, con un’offerta Iliad sulla telefonia fissa.

Commenti