Post

Visualizzazione dei post da Dicembre, 2018

download immediato del pdf dell'antologia dei Racconti di Sharazan

Il mondo della Dama #gioco

Immagine
Dopo gli schacchi e senza nessun influenza alcuna, per caso, cercando di scaricare sull'ipad gli scacchi ho riscoperto questo gioco.

Approposito di scacchi vs dama ho trovato sul web questo post:

Tratto da "Gli assasinii della Rue Morgue" di E. Allan Poe

Un'interessante riflessione di Poe sulla differenza tra i giochi degli scacchi e della dama:
"il massimo potere della riflessione è piú decisamente e utilmente provato dal modesto gioco della dama che non dalla complicata futilità degli scacchi. In quest’ultimo essendo i pezzi dotati di movimenti diversi e bizzarri e di valori diversi e variabili, quello che è soltanto complessità vien preso (errore abbastanza comune) per profondità. L’attenzione sí, è messa in gioco moltissimo. E se per un momento si allenta, si commette una svista che risulta in una perdita o nella disfatta. Essendo i movimenti possibili, oltre che vari, involuti, le occasioni di quelle sviste ne vengono moltiplicate; e in nove casi su dieci n…

Manzoni un cortigiano da compromesso storico?? PARLIAMONE....

Immagine
Su Linkedin ho trovato questo post del blog di Ofelia. E ve lo riporto per sapere la vostra opinione.
La mia opinione non si è fatta attendere perché io amo Manzoni. Il 5maggio per me rimane la mia poesia più bella di sempre.
Dopo viene Whitman. Dopo.
COMUNQUE...
Come riportato nel commento del post è: Bhe se cita Pirandello e D'Annunzio si capisce da che parte pende il suo pensiero e perché non gli piace Manzoni.  Invece a me piace anche se non comprendo del tutto la sua redenzione. Io ho la stessa animosità quando leggo Wilde.  Se non lo insulto ad ogni capitolo non trovo pace 😅 Scherzi a parte. Manzoni è Manzoni. Il suo è un ottimo articolo ben scritto ma si comprende che le sue antipatie non sono verso quello che scrive e come lo scrive ma verso questa seudo conversione. Secondo lui è falsa o basata su ambigui compromessi. Non è genuino è questo lo rende odioso. Ma ripeto: a prescindere Manzoni è Manzoni.
Aggiungo: Per me D'Annunzio è un folle depravato. Ma vogliamo dire…

L'antologia dei racconti di Sharazan in pdf gratuito

Immagine
Alla faccia di chi ha parlato male con stupidità e arroganza del mio modo di scrivere racconti.
Dedico ed offro a tutti questa antologia di racconti gratuita.
Questa antologia è il fine ultimo del mio vivere, delle mie speranze, del mio amore, del mio sognare, di tutti questi miei anni.
Quindi dedico questa raccolta a tutti quelli che mi hanno ispirato, supportato, emozionato o consolato.
La dedico a chi ha bisogno di essere ispirato, supportato, emozionato o consolato.

Questa antologia ti viene a dire che nessuno ti verrà a salvare ma allo stesso tempo ti darà la speranza che qualcuno in verità lo faccia. Ebbene, sarà questa speranza che ti salverà infine. Come lo fu per Shahrazād la fanciulla protagonista della silloge favolistica di Le mille e una notte.

I racconti di Sharazan sono viaggi interiori che conducono in universi di sofferenza, solitudine, fragilità e speranza. L’umanità e le sue contraddizioni sbocciano in amori appena nati, disillusi, in scelte complicate ma inevitabili, in …

MARKETING: COME TI VENDO UN GRANELLO DI SABBIA

Immagine
Sabbia! Stiamo parlando di sabbia? No, vero?! No, signori e signore, stiamo parlando di un singolo granello di sabbia. Cosa ha di così prodigioso? Non lo vedete? Avvicinatevi ancora un po'... esso cela un mondo. Il vostro mondo, che solo voi potete vedere.
Sì, io oggi vi vendo il vostro mondo, in miniatura, dove solo voi, dei incontrastati, potete decidere morte e miracoli di ogni micro organismo vivente su questo singolo granello.
Pietra? Voi pensate che sia solo pietra? No davvero! Amici miei. Voi siete forse pietra? Oh no, giammai mi permetterei di accostare la vostra finezza alla mediocre pietra. Voi siete molto di più che ordinaria pietra. Voi siete materia in costante mutamento. Siete universo in piccole dosi. Grandi poteri di un genio, ristretti a forza in esigui spazi vitali. Questo granello di conseguenza lo è in paragone a voi.
Lo straordinario si cela allo stupido, e si sa che voi non lo siete di certo. Quando il saggio indica la luna, lo stolto non guarda il dito ma i…

Siete pronti a comandare con la mente gli apprecchi elettronici ? Occhio che da comandare a farvi comandare da essi è un attimo. Infondo il loro obiettivo è quello! (Almeno per Google;) scherzi a parte la notizia è questa...

Prima di descrivervi le nuove scoperte in merito ai comandi mentali ci tengo  a precisarvi che al secolo avevo scritto un racconto Karmilla (l'app del pensiero) se volete leggerlo l'ho postato. Karmilla non tratta specificatamente questo argomento ma è molto ispirato ad esso. Se avete voglia e tempo merita una lettura.

Tornando alla notizia, che non so quanto possa esser fresca via web ho scoperto che hanno inventato o stanno progettando degli apparecchi in grado tramite gli impulsi cerebrale di ricevere i comandi.

Come ho scritto nel titolo possono esser molto molto utili ma anche noi lo siamo per loro se non stiamo attenti. Questo è un mio pensiero.
Già siamo parecchio influenzati dal potere d'acquisto di cho detta le regole di questo mondo. Non facilitiamoli le cose incrementando il loro potere su di noi.
Stiamo attenti.

Ad ogni modo ci stanno
 Gli Occhialini:

La società londinese This Place ha progettato un’applicazione chiamata MindRDR che permette di interagire con i…

Karmilla. L'app del pensiero (racconto molto lungo)

La genesi

Il suono della campanella mise fine al tono angosciante del professore di lettere. Il suo ci vediamo a settembre si perse nel fruscio e disinteresse generale.
Carlo Alberto la individuò subito e con passi veloci le si parò davanti. Fissandola ironico e divertito.
Camilla aveva una testa rotonda ma piccola. Una luna ovale circondata da una selva di capelli selvaggi lunghi e tendenti al rasta. Era magra e vestiva sempre di nero. Non era bella ma aveva due piccoli e splendenti pianeti per occhi e un bocciolo di rosa per labbra.
Sentendosi osservata volse lo sguardo su di lui con la sua solita freddezza. Carlo Alberto non se ne sentì particolarmente turbato. Ormai erano mesi che si frequentavano e ormai sentiva che Camilla fosse un po’ sua. Nel senso che la capiva di più. La percepiva in senso fisico molto di più. Questo gli dava un po’ fastidio a dire il vero. Gli dava fastidio perché non voleva avere una storia con Camilla ma aveva bisogno del suo aiuto per il progetto che lui…