Nel cuore di Eminem ♡

Ispirata dalla mia, ormai inseparabile amica Eminem, abbiamo rivisitato il repertorio di questo cantante, una volta icona del lato rabbioso della musica rap.
Ed oggi vi voglio mostrare, o ricordare,  il bisogno di andare oltre il personaggio per poter apprezzare un'artista che merita tutto il nostro apprezzamento.

Il film della sua vita.
La sua vita in 4 minuti scarsi.

Ormai  grande torna nella sua vecchia casa.


Non tutti conoscono il suo vissuto, e grazie ad esso che lui è cresciuto così affamato di giustizia, rivalsa e forse anche di amore.

Di questo cantate mi deliziano queste canzoni e ve le posto  per farvi scoprire il lato nobile di questo artista... i video sono già tradotti in italiano....

Inizio da questo gioiellino dedicato alla sua adorata figlia e anche l'altra bimba che ha adottato dall'amico morto.

Passando per questa canzone 
Molto rappresentativa e dal ritornello profondamente orecchiabile.


Poi il duetto con Boyncé.
La voce di lei: limpida ed eterea e poi quella di lui veloce e quasi disperata. 
A rappresentare le due metà di un amore.


Poi c'è  lei: Rhanna e il binomio con lui diventa  imprescindibile in questi due brani.



Ora vi lascio con la carrellata della sua vita:

Mathers III (St. Joseph, 17 ottobre 1972), è un rapper, produttore discografico e attore statunitense.

È considerato uno dei migliori artisti hip hop di sempre, oltre che di tutta la musica hip hop degli anni 2000. Cresciuto a Detroit, è stato scoperto nel 1997 dal noto rapper e produttore discografico Dr. Dre e ha ottenuto il primo successo due anni più tardi con il singolo My Name Is. Con il terzo album The Marshall Mathers LP, Eminem ha stabilito il record di album rap dalle vendite più veloci di sempre e terzo album dalle vendite più veloci di sempre, con più di 1.760.000 copie solo negli Stati Uniti nella prima settimana, mentre il successivo The Eminem Show è stato il più venduto e premiato di tutto il 2002, con 7,9 milioni di copie vendute solo negli Stati Uniti.

Durante gli MTV Europe Music Awards 2013 ha ricevuto il premio Global Icon, diventando così il quarto artista nel mondo ad aver ottenuto tale riconoscimento, dopo i Queen, Bon Jovi e Whitney Houston. Ai Grammy Awards 2014 ha ricevuto il premio come miglior album rap per l'album The Marshall Mathers LP 2 e quello come miglior collaborazione con il singolo The Monster con Rihanna. Nel 2014 Eminem è diventato inoltre il primo artista di sempre ad avere due dischi di diamante digitali, Love the Way You Lie e Not Afraid, che hanno rispettivamente 11 e 10 platini negli Stati Uniti,[4] e nel 2018 anche il brano Lose Yourself viene certificato disco di diamante. È inoltre l'unico rapper insieme a Tupac Shakur con più di un album ad essere certificato disco di diamante, ossia The Marshall Mathers LP e The Eminem Show.

Parallelamente alla sua attività come rapper, Eminem si è affermato anche come produttore discografico di album hip hop, producendo artisti attraverso la propria etichetta discografica, la Shady Records, fondata con il suo manager Paul Rosenberg. A partire dal 2002 ha intrapreso la carriera come attore, recitando in 8 Mile, diretto da Curtis Hanson e che ottenne un gran successo; il brano Lose Yourself, contenuto nel film, ha permesso al rapper di vincere l'Oscar alla migliore canzone nel 2003, prima canzone hip hop della storia ad ottenere tale riconoscimento.

Il premio Nobel Séamus Heaney ha lodato Eminem per l'energia retorica e per l'interesse suscitato dai testi delle sue canzoni, mentre Elton John lo ha paragonato, per i successi conseguiti, ad altri musicisti celebri quali Mick Jagger e Jimi Hendrix. Nel 2004 la rivista Rolling Stone ha posizionato Eminem al numero 83 nella propria lista dei 100 migliori artisti di tutti i tempi.

Al 2018 ha venduto più di 162 milioni di album nel mondo e più di 100 milioni di singoli digitali.

Marshall Mathers è di origini britanniche, tedesche, svizzere, polacche e lussemburghesi. I suoi genitori, Marshall Bruce Mathers II e Debbie Briggs, erano due musicisti rock piuttosto poveri e per questo costretti a trasferirsi da una parte all'altra degli Stati Uniti d'America, in condomini e roulotte. Quando Marshall aveva appena sei mesi, la madre lo portò via dal padre accusato di molestia che poi lui smentirà in una lettera diretta a Marshall dicendogli che era innocente. A 12 anni, insieme alla madre, si stabilì definitivamente a Detroit. Qui Marshall attraversò un'adolescenza difficile: litigava spesso con la madre, sia per i problemi di droga di quest'ultima che per le numerose storie che essa intraprendeva con uomini non del tutto puliti e amorevoli (che trattavano male anche lo stesso Marshall).

Aveva anche diversi problemi con la scuola: fu, infatti, bocciato tre volte, a causa delle numerose assenze. Marshall era anche molto timido: infatti, era etichettato come "lo sfigato della classe", e per questo, era sovente oggetto di derisione e maltrattamento da parte degli altri compagni e da uno in particolare, un certo De Angelo Bailey, che lo mandò in coma per cinque giorni quando Marshall aveva solo otto anni. Quest'ultimo nel 2001 lo accusò di aver invaso la sua privacy e di averlo messo in cattiva luce nella canzone Brain Damage. Anche se, come ha ripetuto più volte, ha dichiarato di non essersi pentito di quello che ha fatto. Tuttavia però, nell'ottobre del 2003 le accuse furono archiviate dal tribunale.

Alla Lincoln High School, a Warren, conobbe il rapper e futuro migliore amico Proof e la futura moglie Kimberly Anne Scott. A 17 anni abbandonò il liceo e iniziò una relazione con Kim. Il giovane rapper iniziò la sua carriera musicale ancora prima che Kim rimanesse incinta, anche se per sostenere la famiglia fu costretto a fare altri lavori; in particolare, lavorò a lungo come cuoco e lavapiatti per il locale "Gilbert's Lodge", a St. Clair Shores, Michigan. Nel 1991 è distrutto dal dolore per il suicidio dello zio Ronnie con cui aveva un legame particolare e che citerà in Stan, Cleanin' Out My Closet e My Dad's Gone Crazy; sul braccio sinistro ha tatuato "Ronnie R.I.P." in memoria del parente scomparso.

Nel 2006 subì la dura perdita del suo migliore amico Proof, morto in una sparatoria sulla 8 Mile Road; curiosamente solo un anno prima aveva girato insieme a lui il video per la canzone Like Toy Soldiers, in cui subiva la medesima sorte. In quel periodo sua madre assumeva farmaci come Vicodin e Valium; suo figlio l'ha rimproverata a più riprese di farmacodipendenza, ma la madre ha più volte cercato di smentire, arrivando anche a denunciare il figlio per diffamazione.
Infinite, The Slim Shady LP, la firma per la Interscope RecordsModifica

All'inizio degli anni novanta Mathers adottò il nome d'arte "M&M" (dalle sue iniziali con il nome di battesimo: Marshall Mathers), e insieme a Proof fondò i Soul Intent. Nel 1995 il gruppo pubblicò il singolo Fuckin' Backstabber. Nel 1996 pubblicò da solista Infinite, per la prima volta con lo pseudonimo "Eminem", pronuncia del suo precedente nome d'arte, M&M. L'album circolò in sole 500 copie, e i suoi brani non ebbero seguito sulle radio né ebbero critiche entusiaste: molti insinuarono che il rapper traesse troppa ispirazione dai colleghi Nas e AZ.

Dopo il flop dell'album la fidanzata lo lasciò, e gli impedì di vedere la loro figlia Hailie Jade Scott (nata il 25 dicembre 1995). Come reazione a tutti questi avvenimenti negativi, Mathers tentò il suicidio con un'overdose di Tylenol. Superata la crisi, rispolverò i suoi lavori per rilanciare la propria carriera musicale e per riconciliarsi con l'ex fidanzata. Infatti nell'album The Marshall Mathers LP pubblicò Kimdove parla delle sue riflessioni sulla relazione tra lui e la sua, ormai ex, fidanzata. Nella versione pulita dell'album The Marshall Mathers LP, Kim sarà rimpiazzata dalla traccia The Kids. Nello stesso anno un assistente sociale chiese di avviare indagini contro la madre di Eminem, accusandola di maltrattare anche l'altro figlio Nathan, nato nel 1986.

Al 1997 risale The Slim Shady EP, con testi più cupi e introspettivi (come Murder Murder, in cui dichiarava di essere disposto a commettere crimini pur di allevare la figlia, e No One's Iller). Nell'ambiente undergroundsi distinse per il suo stile umoristico, ma anche per essere, insieme ai Beastie Boys, uno dei pochi artisti bianchi nel suo genere. Dr. Dre trovò il demo di Eminem nel garage di Jimmy Iovine, presidente della Interscope Records. In seguito decise di far assumere Mathers dall'etichetta e dalla sussidiaria Aftermath Entertainment, nonostante Mathers fosse stato sconfitto da Otherwize al battling delle Rap Olympics di Los Angeles, arrivando al secondo posto.

Il primo brano ad essere pubblicato come singolo è stato Just Don't Give a Fuck, inizialmente negli Stati Uniti nel 1997 e successivamente in tutto il mondo nel 1999. Fu anche la prima canzone ad avere il videoclip.

Commenti

  1. Non amo la musica rap, ma ricordo che andai al cinema con alcuni amici a guardare 8mile, forse perché un paio di loro erano appassionati di break dance.
    Comunque non conoscevo, in tutta onestà, i tanti riconoscimenti ricevuti, ed ero convinta che si trattasse di una meteora della musica.
    Grazie per avermi illuminata.
    P.S. Ho scoperto che nella mia città esiste un negozio di calzature che si chiama "A piedi scalzi", ed ogni volta che mi passa davanti su Facebook o su Instagram, penso a te.. 😉

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Uhhh ♡ emozionata!!

      Io amo il rap ♡ Bhe non tutto però ♡ tipo quello americano solo qualche canzone.
      Però mi piaceva condividere questo con voi ♡

      Elimina

Posta un commento