Ebraico terza parte #traslitterazione e #traduzione

E che ne sanno quelli che un libro in mano mai e che noia!! E la tecnologia e solo per socialmaniaci...
E invece  no.
La tecnologia  serve eccome anche per chi i libri li tiene sempre in mano.
Siamo giunti, quindi, alla terza parte, quella che riguarda la traslitterazione e poi la traduzione.
Per esercitarsi in questa parte, ho scoperto una bella app, ovvero un interlineare ebraica. Purtroppo è in inglese ma il senso di usarla va oltre quello che spiega il testo che se ci fosse potrebbe anche essere poesie ebraiche piuttosto che racconti apocrifi, sempre in ebraico.
Il senso è che un'app ben fatta con cui si può  esercitarsi con la traslitterazione dei vocaboli e il loro significato.

Vi mostro i miei esercizi...



Purtroppo se volete tradurre con quest'app dovete trascrivere benissimo i simboli se no non vo trova niente.
Serve più per le parole dall'italiano all'ebraico che viceversa.
Oppure si PUÒ usare google traduttore app.

Per adesso è tutto ♡








Commenti

  1. Per me è complicato. Grazie.
    sinforosa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Senza dubbio, anche se l'ebraico bibblico si confà di solo 8000 vocaboli.
      Ma ci sta la traslitterazione è questo rende tutto complicato.
      Ma ti dirò lo riesco più a capire che l'inglese 😅

      Elimina
    2. E comunque la poesia che trasmette l'ebraico nella sua sintassi non si trova in nessun'altra lingua. Almeno per me.

      Elimina
  2. Anna, non so cosa sia la translitterazione.
    Ciao.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La traslitterazione consiste nel trascrivere i caratteri di una lingua in quelli di un’altra per consentirne la pronuncia.

      Elimina

Posta un commento