Ueniam et Obliuionem

Ueniam et obliuionem.
Perdona e dimentica.
Puoi lasciare andare solo ciò che ti sa di indifferenza.
Le maglie della gelosia e della rabbia custodiscono o per meglio intrappolano una persona non la liberano.
Voglio perdonare. Voglio sentirmi libera.
Per questo l'ho sbloccato.
Per consapevolezarmi.
Fa male lo so, ma se non apro la mia stessa cassa toracica lui rimarrà sempre dentro, assieme al quel grido: «ma non vedi che mi somiglia?? Cosa c'è di più bello? TE quando amavi ME e per questo eri benedetto»

Ma a lui non interessa.
Ora lo capisco che lei è il connubbio perfetto fra la mia somiglianza e il carattere dell'ex moglie. Foto profilo fb fra loro pressoché identiche.
Ma se gli sta bene così.
Cosi sia, e così gli sia aggiunto.
Ita fiat, et sic ut addidit.
אז שיהיה, אז תוסיפו

Il passo l'ho fatto. Ora resta da trarre il dado.
Ma prima aspetto che mi torni il respiro.

Poi però vi dico anche che non farò come lui. Io non mi butterò fra le braccia calde di un corpo morbido e solido.
Io non so se Conan va bene per me, siamo così diversi, e di certo non lo aggiungo al mio diario degli orrori.
Mi ha toccato quella frase che mi ha detto: «Il mio ideale sarebbe che mi facessi tuo e  questo adesso aggiungilo pure nel tuo dossier su di me»
Sincero e diretto come piace a me.
Lui non sa e non credo possa capire che l'ho rispettato e protetto dal diario.
Deve essere prima chiuso questo diario.
E comunque  so questo, ho imparato questo, nella semplicità del suo vivere: c'è qualcosa di più bello di amare un folle topo ossimoro. C'è la tregua dopo la guerra. C'è il rispetto. C'è il non promettere niente ma l'aesserci sempre.
E cest la vie.



Commenti

  1. Fossilizzandoti in una storia ormai morta, seppur non nel tuo cuore, ti stai precludendo la possibilità di essere felice di nuovo e anche di più. Certe porte vanno chiuse per lasciar entrare il nuovo.

    RispondiElimina

Posta un commento