Il Bazar di Riki 💔

Il sole che lo attraversò si sperse fra le miriadi di fiori e piante che lui coltivava.
Donando sole, pioggia e speranza.
Ma la sua alba era tramontata
In ossimoro giorno di un qualunque giorno.
Raccolse le sue cose e bacio con lo sguardo il suo bellissimo giardino incantato.
Una voce lo  stava chiamandolo già  da un po', un effimera voce portata dal vento.
Il suo percorso  non era dunque ancora  finito, il suo vivere lo avrebbe portato altrove a fare altre cose e altri  sogni.
Il suo eterno errare lo avrebbe purtroppo allontanato da questi luoghi a lui  ormai cari ma non dal suo cuore.
Alzò sereno lo sguardo accarezzando la foglia della superba rosa che per una volta non volle pungerlo, il delicato e profumato ciclamino perse un petalo al suo passaggio  e la guercia lo fece inciampare come a volerlo rallentare. Fermare.
Le viole sussurrano allorché in coro: non te ne andare non ti scorderemo mai. Aspetteremo il tuo ritorno.
E l'erba si inchino al suo passaggio.
Il pauroso salice fra le sue calanti fronde chiedeva chi si sarebbe preso cura di loro.
Ma la risposta era stata fugata nei mesi precedenti ed egli sapeva che il guardino incantato si sarebbe preso cura di se stesso per opera di altri mani e di altri destini.
Lo stormire del passaggio degli uccelli in migrazione gli diede il percorso e il gracchiare dei corvi scandì il tempo della sua dipartita.
Il girasole gli volse le spalle deluso ma
lui era già oltre il cancello e li guardava sorridente e benigno ma risoluto ad andare incontro al proprio nuovo destino.





Commenti

  1. Non ho compreso l'attinenza col Bazar di Riki, perdonami :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Perché lui ha chiuso il suo blog.
      Ed è come se lasciasse il so giardino.

      Elimina
    2. Eccomi, scusa.
      Ho letto prima questo scritto e poi il suo addio. Per questo non comprendevo.
      Cavolo come mi dispiace :(

      Elimina
    3. Bhe può sempre ritornare. Perché non lo ha cancellato. Lo ha solo congelato.
      La speranza resta ♡

      Elimina
  2. Anna, speriamo che il nuovo destino di Riky sia migliore di quello attuale.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ognuno ha il proprio percorso.
      ♡ Si spera sempre in meglio.

      Elimina
  3. Che dolce pensiero hai avuto.
    Addirittura ispirarti questi versi.
    Riccardo ne sarà felice.
    Baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ci voleva un arrivederci. Ha tolto pure i commenti ai post.
      Non sapevo come salutarlo e ho deciso di dedicargli un post ^^

      Elimina
    2. Bastava affacciarti sul suo nuovo blog. Lì i commenti ci sono.. ;)
      P.S. Anch'io ho scritto due righe, ma le pubblicherò lunedì.
      Oggi era giusto che fosse il suo giorno e basta.
      Io gli voglio bene dietro le quinte. :*

      Elimina
    3. Bhe sicuramente tu saprai più di me essendo sua amica. Ma io non so qual'è il suo nuovo blog. Non ho visto link in merito. Forse mi è sfuggito?? Comunque Se lo troverò lo seguirò. Per intanto gli ho dato il mio arrivederci qui^^

      Elimina
    4. Ha messo il link nel post. Sì, ti è sfuggito. Non è un blog troppo adatto alle donne, dato che parla di calcio, ma figurati se posso esimermi dal rompergli le palle pure lì. :))

      Elimina
    5. Ahahah avevi ragione ho riletto il post 😅 l'ho trovato il microscopico link e mi sono pure iscritta già che c'ero... Così mi tengo aggiornata 😎
      L'importante che stia bene 🤩

      Elimina
  4. Grazie Anna, purtroppo mi ero perso questo post, ma fortunatamente Claudia me lo ha segnalato :). Sarebbe stato un peccato perdersi questa bellissima dedica. Grazie di cuore, sei stata dolce e sensibile ad avere questo pensiero per me, anche se ti rassicuro: non tanto per il fatto di avere un altro blog, che pure manterrà molto del carattere di quello attuale, ma per il fatto che comunque non vi libererete così facilmente di me, vi leggerò e commenterò, magari farò quelle riflessioni personali che dalle mie parti mancheranno (ma che in fondo mancavano già da tempo). Allora appunto, ho lasciato questo bellissimo giardino, ma sono andato a coltivarne un altro, sicuramente più piccolo, forse meno bello; tuttavia ciò che conta sono quelle relazioni, quei rapporti, che danno senso alla nostra esistenza, come ho scritto nel mio ultimo post. Forse in effetti il prossimo passo sarà lasciare il giardino incantato e dare la svolta definitiva alla mia vita. Vedremo :).

    Grazie ancora di cuore.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'importante non è che vai ma che ritorni^^ sempre da noi!

      Elimina

Posta un commento