Esce il primo video gioco porno. Il mondo ne aveva davvero proprio bisogno?_?

Con tutti i problemi e le crisi che l'uomo sta vivendo alle soglie di questo inizio di millennio, non ci poteva mancare l'uscita di questo gioco.

La risposta era stata già data da Nerone al suo tempo, come quando prima di dare alle fiamme Roma gli diede pane e circo e nessuno si avvide di nulla.

Il nostro moderno pane può essere internet e le sue leggi e il circo... bhe questo ognuno se lo scegli da sé.

Intanto...
Sarà presto in vendita Negligee: Love Stories, nuovo progetto di Dharker Studios che mostrerà scene di sesso senza alcuna censura


C'è un po' di confusione in casa Valve, azienda proprietaria del celebre negozio digitale Steam: dopo aver ordinato ad alcuni sviluppatori di rimuovere i contenuti sessuali dai propri videogiochi e successivamente deciso di concedere la vendita di qualsiasi tipologia di prodotto, la software house ha dato il via libera per la pubblicazione del primo videogioco pornografico completamente senza censure.

È il caso di Negligee: Love Stories, avventura piccante sviluppata da Dharker Studios, che sulla piattaforma di distribuzione digitale sarà pubblicato senza alcuna censura e permetterà di visualizzare scene di sesso integrale.

Naturalmente, tramite i nuovi filtri che permettono di escludere i contenuti pornografici potrete proteggere eventuali minorenni dalla fruizione di questi contenuti, ma con una mossa del genere Valve apre le porte a tutta una serie di prodotti dalla dubbia qualità che potrebbero rendere ancora più discutibile la qualità media del catalogo, ogni giorno sempre più vasto ma allo stesso tempo troppo denso di spazzatura.

Commenti

  1. Sì, ne aveva bisogno. Per ottenere il porno totale bisogna coinvolgere bambini e anziani.
    Ciao Anna.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi fa tanta paura la prossima generazione. Spero vivamente di non conoscerla neanche.
      Mi spiace altamente per mia figlia o per mia nipote che la subiranno.

      Elimina
  2. Ciao Anna, sono Morgana, ti ringrazio per esserti aggiunta ai lettori del mio blog.

    Sicuramente questo gioco troverà degli estimatori fra quegli adulti che anagraficamente hanno superato la ventina ma mentalmente sono fermi ai dieci anni.
    Buona domenica.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hanno rovinato un momento meraviglioso e unico come far l'amore dando in pasto il sesso ovunque, comunque e chiunque.
      Dallo yogurt ai videogiochi.

      C'era una citazione che diceva: il sesso svuota ma l'amore riempe.

      Poi ci meravigliamo che il mondo rotola indietro.

      Elimina
  3. Ti ho scoperta tramite il blog di Francesca ed eccomi qui:-I

    RispondiElimina
    Risposte
    1. BENVENUTA^^
      SPERO CHE TI PIACCIA CASA MIA ♡

      Elimina
  4. Purtroppo non c'è limite alla miseria umana. Ciao Anna e buona domenica.
    sinforosa

    RispondiElimina
  5. Ci sono giochi su tutto, perché non farne anche riguardanti il sesso?
    Cos'ha il sesso che non va? tanto si sa che alla fine questi giochi li comprano gli adulti, mica i bambini.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bhe insomma... dovrebbe essere un momento tra due persone che si amano no materiale da videogiochi.
      I ragazzi crescono già deformati sull'idea che hanno sull'intimità con il probabile partner.




      Elimina
    2. Il sesso è anche un momento ludico, non necessariamente un momento tra due persone che si amano.
      Per questo la cosa non mi sconvolge né ci trovo qualcosa di scandaloso o problematico.

      Elimina
    3. Non ci trovo niente ludico nel giocare con due che fanno sesso.
      Non è scoperta del proprio corpo o il corpo dell'altro è solo una porcata.

      Elimina
  6. Oddio, non so se davvero è il primo: già con la Playstation io giocai a un gioco che si chiamava -penso non ufficialmente- Nikita Hard o qualcosa del genere XD

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Probabilmente era una versione beta senza troppo coraggio.
      E invece ora che hanno preso il coraggio è solo l'inizio di ciò che vedrete.
      Perché io anche no.

      Elimina

Posta un commento