Tenshino tamago

Questo film sarebbe piaciuto tantissimo al mio amico Cristian.

Un film meraviglioso. Un allegoria unica. Strana per un Giappone del 1989 che per antonomasia non è molto cristiano.

Un'anima che è un capolavoro. Una parabola biblica unica dove frame dopo frame l'autore ci porta ad un messaggio distopico di una società che insegue effimere credenze o stare dietro un passato che non esiste più.
Il livello del disegno è poetico e basilare vecchio stile. Fra ombre e luci e suoni naturali. Ambientato in una specie di belle opoque grottesca.
La speranza che sopravvive alla vita stessa.
La colonna sonora è sublime.
Pochi dialoghi.
Le immagine che racconta molto più di tanti dialoghi.
Non è per tutti. Decisamente.

E dopo avervene parlato: ora guardatelo..

Titolo originale天使のたまご
Lingua originalegiapponese
Paese di produzioneGiappone
Anno1985
Durata71 min
Rapporto16:9
Genereanimazionefantastico
RegiaMamoru Oshii
SceneggiaturaMamoru OshiiYoshitaka Amano
ProduttoreHiroshi HasegawaMasao KobayashiMitsunori MiuraYutaka Wada
Casa di produzioneTokuma ShotenStudio Deen
MusicheYoshihiro Kanno
Art directorYoshitaka AmanoShichiro Kobayashi
Character designYoshitaka Amano
Doppiatori originali


Tenshi no tamago (天使のたまご?) è un film d'animazione giapponese del 1985 scritto e diretto dal regista Mamoru Oshii e disegnato dall'artista Yoshitaka Amano, prodotto dallo Studio Deen e dalla Tokuma Shōten.

Trama

Quest'opera è una fiaba onirica e filosofica sulla morte del mondo, dell'uomo e di Dio. Al centro del racconto c'è l'incontro, in un mondo oscuro e senza vita, tra una bambina che protegge un uovo ed un misterioso guerriero armato di un fucile cruciforme. La bambina inizialmente ha paura del soldato, ma poi accetta la sua compagnia sperando che egli possa finalmente liberarla dalla sua triste solitudine. L'uomo invece è interessato soprattutto al suo uovo, convinto che esso sia la chiave per svelare i misteri del mondo ed il senso della propria esistenza.
Accoglienza.

Tenshi no tamago, una delle opere meno note di Oshii, mai importata in Italia, è frutto del lavoro di uno staff eccezionale: soggetto e regia di Mamoru Oshii, character design di Yoshitaka Amano, che ne ha curato anche la direzione artistica insieme a Shichiro Kobayashi, animazioni di Yasuhiro Nakura e musica di Yoshihiro Kanno. Disseminato di simboli e citazioni bibliche, il film fu un insuccesso al botteghino, ma per la critica valse a confermare il talento di Oshii.

Commenti

  1. Apprezzo la cultura giapponese. Trovo molta umanità e rispetto verso gli altri.
    Ciao Anna.

    RispondiElimina

Posta un commento