Vademecum di Cose che un blogger dovrebbe sapere:

Se vuoi essere un blogger a prescindere dalla tua arte e dal tuo genio e vuoi aprire un blog per farti conoscere devi avere ben chiaro questi  tre concetti fondamentali:

A) non importa che tu sia Dante in Bukowski pensiero o il signor nessuno, se non segui altri blog e non commenti nessuno saprà fisicamente che esisti. Non c'è nessuna stella cometa che traghetti gente nel tuo blog. Al massimo qualche viandante di passaggio.

B) Devi usare i tag e condividere su g+
 su altri gruppi o community. Non solo il generale. Devi anche saper proporre il tuo post perché se no nessuno ci cliccherà sopra.
Questo soprattutto se condividete su fb o tw.

C) Devi rispondere ad ogni commento fatto al tuo post. Anche se ti senti superiore, scrivono talune volte cretinate o non capiscono il tuo blog. Devi confrontarti,  dare del tuo. Questo non è fare amicizia o comunella è far conoscere il proprio pensiero e implicitamente apprezzare chi si è sprecato nel leggerti.



Commenti

  1. Anna, i punti a) e c) sono davvero da scolpire nella pietra. Specie il punto c). A volte a me capita di fare la figura del pirla con i commenti, ma nella vita non si capisce sempre tutto :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti credo sulla parola 🧐 perché non ti ho mai visto fare figuracce, da che ti leggo.

      Elimina
  2. Rispondere ai commenti per me è essenziale. Non sono per farsi conoscere, ma anche per una buona norma d'educazione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si commenta nei blog degli altri primissimamente per conoscere i blogger e farsi conoscere.
      Poi se loro vengono a trovarti anche tu li devi ospitare e dandogli attenzione.
      Io lo vedo come ricevere in casa ospiti e amici.

      Elimina
  3. Condivido Sara. Il segui non è un'esibizione di un follower ma un impegno di professionalità..
    A Riky dico che i suoi commenti non sono mai banali e segue quasi tutti i blog scelti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a entrambi, ma è capitato in blog 'lontani'. Pazienza :D. Mi tengo le vostre belle parole, che valgono di più :)

      Elimina
  4. Verissimo, sottoscrivo.
    Innanzitutto non rispondere ai commenti è grave mancanza di rispetto per chi passa e spende tempo per noi; un'altra mossa sbagliatissima è aspettare troppo per la pubblicazione di un commento, se hai attivata la moderazione: così ammazzi proprio le interazioni sul tuo spazio.

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai colto il senso principale! Considerare chi viene a trovarci come una persona importante. Sono tutti importanti i lettori, perché hanno tutti qualcosa da insegnarci.😏
      Non ultimo, in qualche caso, a non essere come loro 😂

      Elimina
  5. Io sto ancora aspettando la risposta a due commenti lascisti un mese fa, su blog che ho smesso di seguire proprio per delusione.
    Comunque la tua lista è molto esaustiva.
    Buona giornata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io controllo massimo un paio di volte poi lascio perdere la risposta. Anche perché non ti arrivano notifiche e devi esser tu ad andare a vedere se ti hanno risposto.

      Elimina
  6. Complimenti per il post.
    In tre punti hai riassunto le regola base per un BLOG di successo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sai come si dice? Chi a fare fa e chi non sa fare insegna.
      🤣

      Elimina
  7. d) devi andarti a leggere gli altri blog, e commentare ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La tua d era già presente nella mia A

      Elimina
    2. Ma meritava una lettera tutta sua.. ahah

      Elimina
    3. Bye sì, tipo:

      D) Andate e fate vostri tutti blog che trovate
      Con messaggi
      E santa condivisione.

      Elimina
  8. Ma guarda un po' ...
    Certo che si imparano sempre cose nuove sul concetto di maleducazione ascoltando il pensiero degli altri, ciao Anna e buon pomeriggio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Perché maleducazione? Evolvi il tuo pensiero...

      Elimina
    2. Maleducazione voleva essere una sintesi che comprendeva, la superiorità, la cattiva educazione, la mancanza di professionalità e di rispetto di chi non risponde ai commenti e mi si è aperto un mondo in proposito che non pensavo esistesse, tutto qua.

      Elimina
    3. Esistono eccome blogger, anche talentuosi, ma che non hanno l'umiltà di capire che legge è superiore a chi scrive.
      Lo dico da lettrice.
      Superiore inteso come opinione da ascoltare assolutamente.
      Questo per chi scrive ma anche per chi disegna o suona o canta.
      Il senso non cambia.

      Elimina
    4. Bene, adesso dal buon pomeriggio passo ad augurarti una buona serata!

      Elimina
  9. Insomma, rapida e coincisa! Teoricamente sono cose che si dovrebbero apprendere man mano che si prosegue con la propria esperienza da blogger. Anche perché se non si vuole interagire un minimo con la community meglio scrivere un bel libro a senso unico! :)
    Un caro saluto!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io prima non interattivo e usavo il mio blog come sfogo... Poi un blogger ha avuto la pazienza di spiegarmi e io il desiderio di espandermi.
      E ho conosciuto bellissime persone, molto intelligenti con animucce ricche di cose da scoprire.
      Alla fine senza renderyene conto smetti di commentare per farti conoscere ma lo fai perché sono entrate nel tuo quotidiano e le segui con interesse personale.

      Ma però questo non facciamolo sapere shhh🤐

      Elimina
    2. In effetti l'utilizzo di un blog come "sfogo" è davvero comune. L'ho fatto anche io (tanti anni fa ero un'utente Splinder, figurati!) ed era una cosa quasi terapeutica! Anche se indirizzavo i miei scritti a un ipotetico lettore - diversamente da quando invece scrivo sui miei mille quadernetti e fogli volanti :)

      Comunque hai ragione, all'inizio c'è un po' la ricerca di spazi che possano esserti affini, poi diventa un vero e proprio interesse! (Lo sto ancora provando con questo mio primo e nuovo blog qui su Blogger! Ha appena un mese! :3).

      Ti auguro una buonissima serata ! :)

      Elimina
    3. Abbiamo tutti un percorso da fare... il nostro per ora passa da blogger. Ieri, per me passava dai social, domani chi lo sa.

      Elimina
  10. il mio punto debole è condividere, ma ci sto lavorando!!!
    Tanti auguri Anna, è il tuo onomastico oggi o sbaglio?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ognuno deve fare e dare ciò che si sente e ciò che lo fa stare bene.
      Questo a prescindere da tutto.

      Elimina

Posta un commento