Hunger phone #primapuntata #telecamera #megapixel


A Capitol city c'è fermento fra pochi istanti inizieranno gli Hunger Phone che delibererà l'egemonia del marchio più potente.

I 12 distretti entrano con i loro tributi in gara con il 13° distretto Panasonic con il suo Panasonic gd 87 il miglior telefono fra i padri fondatori della telefonia, tace, impotente e distrutto.

Nel distretto Huawei volano parole grosse ma il prescelto di quest'anno non può che essere il P20 pro che a confronto con il 20 mate è nettamente il migliore. Almeno su carta. La sorte o i maneggi li premia è per gli Huawei viene sorteggiato il p20 pro.

Nel distretto Apple invece è silenzio assoluto. Nessuno vuol parlare e per i dannatamente super favoriti viene sorteggiato guarda caso iphone X.

Per il distretto Samsung s9 plus vince sul Samsung note8 ma semplicemente perché l'estrazione lo ha determinato.

Per i il distretto ex altamente favorito Nokia esce il Nokia 8 Sirocco che la maggioranza non conosce ma di cui siamo curiosi sapere come si batterà.

Per il distretto che una volta aveva fatto storia viene sorteggiato Lg V35 thinQ.

Sul distretto Google girano strane voci di hacker e spionaggi. Forse leggende metropolitane   ma fra di loro viene sorteggiato Google Pixel 2 XL a discapito del blindatissimo Nexus.


Per il distretto più economico Wiko ma con molte risorse viene sorteggiato il meglio della loro gamma View 2 pro.

Altro distretto emergente ed economico ma full optional, Per la Thl viene sorteggiato Thl 5000 nonostante la lotta interna con il knight 2

Per il distretto più italiano, la Motorola viene sorteggiato Moto E 5 plus.

Per l’aristocratica Asus viene sorteggiato Zenfone max pro m1

Per il vecchio guerriero da ufficio della Blackberry viene sorteggiato il Blackberry q10

Ed infine per la Sony viene sorte il Sony xperia xA ultra

Sono tutti pronti e c’è grande attesa, scalpitano in attesa del loro momento di gloria. La paura è nell'aria; ognuno entra nella loro cabina e in un nanosecondo son tutti giù nell'arena. Vincere significa fama e ricchezza. Perdere significa morte certa. Ma per vincere bisogna scegliere tra la propria sopravvivenza e l'amore per il proprio marchio, significa osare, significa egoismo e strategie.  Bisogna saper fin dall'inizio cosa sei disposto a perdere o cosa sei disposto a fare per vincere.

La voce di Effie Trincket strepita nel microfono in un fin troppo gaio: Felici Hunger Phone e possa la fortuna essere sempre a vostro favore!

E detto questo si aprono le gabbie e i telefoni escono fuori tutti di corsa.

.... primo giorno....

Hanno tutti la telecamera accesa, il loro obbiettivo e riuscire a trovare, tramite la loro telecamera lo zaino dell'energia. Ogni frame è vitale, e solo le fotocamere migliori ad alta definizione li possono scovare. Il tempo è limitato e finito quello gli zaini scoppiano assieme ai cellulari che stanno ancora cercando il proprio zaino.

Nel mentre i telefoni cercano uno studioso ci parla in merito ai megapixel.

Un pixel è un’unità di misura di un’immagine digitale.
A seconda della macchina fotografica usata l’immagine è più o meno grande e il numero totale di pixel determina la risoluzione (che possiamo anche chiamare “qualità”) di un’immagine.
Per esempio, la macchina fotografica compatta” CANON Digital Ixus 980 IS” in vendita intorno ai 350Euro ha una risoluzione totale di 14 Megapixel, cioè di 14 milioni di pixel.
I megapixel sono una specie di specchietto per allodole per far credere alle persone inesperte che le loro macchine fotografiche sono vecchie e sono da cambiare. Il meccanismo che vi vogliono far crede è semplice: una macchina è migliore di un’altra se ha più megapixel. Ma è assolutamente falso!
Per acquistare una macchina fotografica bisogna tenere in considerazione MOLTISSIME cose, non solo i Megapixel!

“La Leica non c’entra, Cartier Bressonavrebbe scattato foto bellissime anche con una Kodak Istamatic” si sente dire nell’ambiente della fotografia. Di frasi come questa ne circolano parecchie. C’è il fotografo famoso che ha fatto ritratti meravigliosi con una Polaroid, oppure l’altro, che ha fatto miracoli con una “usa e getta” o, persino, con un “foro stenopeico”.

Certo, il genio paga. Quando a scattare, però, è un comune mortale, l’attrezzatura conta, eccome: ergonomia, feeling con la macchina, qualità dell’obiettivo e via dicendo.
Un fotografo professionista si preoccupa dell’Handling della macchina, della qualità del parco ottiche, della velocità e precisione del sistema autofocus, della fedeltà dei colori, della capacità della batteria, della quantità di rumore presente ad alti valori ISO, della gamma dinamica e della robustezza del corpo macchina, della presenza o meno dello stabilizzatore d’immagine. Se non ha la necessità di andare oltre il formato A4 e non ha l’abitudine di utilizzare solo porzioni dell’immagine (in questo caso si “buttano via” un po’ di megapixel, cioè di informazioni e, perciò, si riducono le possibilità di mantenere la massima qualità ingrandendo la foto), se la caverà egregiamente anche con una macchina da 8 megapixel.
Le foto fatte con macchine fotografiche con molti megapixel occupano molto megabyte di memoria. Una macchina fotografica con 12Megapixel può creare file di 6MB ciascuno, ciò significa che una scheda da 512MB si potranno scattare meno di cento fotografie.
Uno degli errori più comuni di chi ha una macchina fotografica digitale è quello di impostare la qualità delle foto al minimo per risparmiare spazio sulle schede di memoria e quindi fare più foto. Non c’è niente di più sbagliato!
Quando si imposta una qualità minore le foto vengono prodotte con molti megapixel in meno. Se si ha una macchina da 12megapixel e si imposta la qualità al minimo i megapixel vengono ridotto drasticamente e possono venir prodotte foto di 4megapixel anche se la potenzialità della macchina è di 12.
In realtà però poi nelle specifiche della fotocamera c’è scritto che tale valore viene raggiunto attraverso l’interpolazione.
Praticamente la macchina ha un sensore da 1 o 2 megapixel, e tramite un software interno ingrandisce la fotografia. Questo procedimento potete farlo, e meglio, con un qualsiasi programma di fotoritocco come Photoshop, non fatevi imbrogliare! Anche voi con Photoshop potete interpolare un’immagine e ingigantirla fino a portarla ad avere un numero enorme di Megapixel ma ovviamente la qualità si ridurrà di molto.
Comprate fotocamere di marche serie e conosciute e lasciate stare questo tipo di macchine e di venditori: chi vi vende una “macchina truffa” difficilmente è un venditore affidabile.
Così ci ha parlato l'esperto. Ma noi tenendo conto di questo, abbiamo iniziato lo stesso dalla telecamera con più megapixel, perché il telefono migliore, quello vincitore non farà foto migliori solo in base ai megapixel ma in base a tutto. Detto questo, siamo pronti per entrare nell'arena e seguire i telefoni in gara.

Il primo a cogliere l'obiettivo è il Huawei P20 pro con i suoi 40 mpx ha una veloce rielaborazione, dopo di lui si salvano il Sony xperia xA2 ultra-con i suoi 23 mpx e Zenone della Asus con i suoi 13 megapixel, e straordinariamente brillante il distretto Wiko con i suoi 16 mpx assieme all' Lg v35.
Straordinariamente indietro invece i quattro potenti della telefonia superati per una percentuale scarsa da Google con suoi 12,2 mpx.
Iphone X, Samsung s9, Nokia Sirocco e Motorola arrivano affannati ma ce la fanno per il rotto dell'antenna interna con i loro sufficienti 12 mpx.


C'è uno sparo in cielo e una prima vittima con il Blackberry che tramazza al suolo con i suoi miseri 8 mpx.

I cellulari si sono nascosti ognuno per i fatti suoi, stanno ricaricando la batteria, domani vi sarà un'altra prova tecnica che prenderà in esame proprio la batteria. Sarà un trial composto da batteria, video e RAM, memoria interna ed espansione. Suda forte l’iPhone X, Wiko, chiedendo aiuto agli sponsor, chi ride forte è il Thl ma per stanotte tutto tace. Domani sarà un altro giorno^^ nell'arena degli Hunger phone e che la fortuna possa essere sempre con loro!

Commenti

  1. Quante cose sono cambiate sul tuo blog da quando non ci passo xD
    Comunque ti dirò, io ho un Huaweii e mi trovo benissimo. È della serie Nova e va una bomba; immagino il P20 sia un'ottima alternativa alla Apple

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bhe sì, sui telefoni non posso esprimermi fin dopo la finale 😉

      Elimina
  2. Io ora mi faccio il p20 pro. E comunque hanno ragione. E' l'occhio con il cuore a fare le foto. Con buonissima pace dei venditori di articoli ultratecnologici. Ti posso mettere in mano pure ventimila euro di apparecchi fotografici. Se sei cieco. Lo rimarrai.

    RispondiElimina
  3. Io ora mi faccio il p20 pro. E comunque hanno ragione. E' l'occhio con il cuore a fare le foto. Con buonissima pace dei venditori di articoli ultratecnologici. Ti posso mettere in mano pure ventimila euro di apparecchi fotografici. Se sei cieco. Lo rimarrai.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Samsung Note 8 per tutta la vita ora che l'ho provato.
      Comunque la telecamera del p20 pro mi intriga ancora ... 🤣

      Elimina
  4. Io avrei acquistato molto ben volentieri il samsumg note8 che non è neanche in gara, perché inferiore al s9 plus.
    Questo solo perché ha il pennino. Questo per dire che è tutto relativo nella scelta dei telefoni...

    RispondiElimina
  5. La cosa più importante è averti ritrovata.
    Abbraccio Anna.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non c'è arrivo senza partenza.
      Non ci sono cose nuove da raccontare se non ci si perde un po' nel viverle.

      E poi ci sei tu che mi aspetti^^

      Elimina
  6. Semplicemente meraviglioso <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. 😁 ti ringrazio^^

      (A breve la finalissima ;)

      Elimina

Posta un commento