Hunger phone #terzapuntata #hardware #processore #sistemioperativi


…. Terzo giorno …

Benvenuti, ad una nuova puntata del reality più teologico della storia.
Nell'arena stanotte sono avvenute delle divisioni fra i cellulari. Sembra che gli Android abbiano fatto squadra fra loro e abbiano escluso Il Nokia e l'iPhone che si sono nascosti ben lontano dal plotone di esecuzione androidiano.
Sembra che la lite sia avvenuta, quando dallo sponsor ITunes sia pervenuto un regalo per l’iPhone, e gli android si siano ingelositi, prendendosela anche con il Nokia anche se dall'ovi store non è giunto niente. Quest'ultimo ci sembra il più instabile del gruppo dei tributi, e ora che è solo ancora di più. Invece l'iPhone non ha perso tracotanza, anzi da quando ha ricevuto il tappetino per ricaricarsi appare più borioso che mai. Ma le tattiche sono tante e messo in campo da ieri, e le strategie si vanno delineando mano mano che avanzano nel percorso. Le studieremo e vedremo di gara in gara. Quindi ad oggi tutto potrebbe essere e niente potrebbe divenire.

Nella notte nelle videoriprese notturne stravince il tributo Huawei 20p pro con la videocamera potenziata e View 2 pro grazie alle riprese full HD.
Il resto ha arrancato senza danni.

Qui stamattina in studio si è parlato di processori e sistemi operativi che sono al vertice della prova di quest'oggi.
Abbiamo chiesto ai nostri tecnici di tradurre in lingua cosiddetta volgare le loro spiegazioni.
Loro sorridendo ci hanno detto questo: Basilarmente parlando i processori in un cellulare è il cervello, il sistema operativo è il sangue, l'hardware è lo scheletro.  Queste sono le parti fondamentali di ogni cellulare. Le basi comuni, che fanno differenza se sappiamo capire la loro importanza.
Per un utente medio, che legge non legge le schede tecniche e le capisce sommariamente le differenze fra i telefoni per quanto riguarda questi tre fattori è abbastanza relativa. Per un hacker o un informatico programmatore invece scegliere bene è vitali, quasi essenziale, per il loro uso.

Come per ogni puntata, su ogni tributo apparirà in sovraimpressione i dati tecnici in questione.
Come vedrete assieme al sistema operativo e al processore, oggi, compare la scritta chipset, gli esperti ci illustrano che essi sono i neurotrasmettitori del cervello. Se il cpu (processore) processa ergo pensa, i chipset sono i neurotrasmettitori che gestiscono i pensieri e hanno il compito di regolare le interazioni tra le diverse componenti del cellullare (ram, periferiche, cpu, etc. etc.) e il sistema operativo veicola il tutto e gestisce le risorse del telefono.

I sistemi operativi iOS e Android O sono due ottimi prodotti software che grazie alla competizione, sviluppatasi negli anni, si sono evoluti raggiungendo traguardi notevoli. Spetta quindi al singolo utente prendere una decisione e scegliere quale dei due sistemi operativi preferire. Il consiglio finale rimane però sempre quello: non basarsi su idee e preconcetti, ma provare con mano entrambe le proposte per poter compiere una scelta consapevole e orientata verso i propri gusti personali.

Il vero bagno di microchip, lo abbiamo avuto questa mattina.

La misurazione dei processori è complicata ma possibile. Due parametri molto utilizzati sono MIPS [1] e FLOPS [2], che indicano rispettivamente il numero di operazioni su interi e su virgola mobile, ma anche questi non sono indicativi al 100%, anche se i FLOPS sono molto utilizzati nelle classifiche dedicate ai supercomputer
Solitamente quindi si fa ricorso a dei benchmark di vario tipo, ovvero programmi che eseguono delle operazioni "standard" e misurano il tempo necessario per portarle a termine. Anche qui però non si ha un responso assolutamente affidabile, in quanto un processore può essere veloce sul benchmark A e lento in quello B, e viceversa, dipendentemente dall'architettura e dall'ottimizzazione del software di benchmark
La cosa migliore alla fine è di utilizzare dai 3 ai 5 benchmark diversi, ciascuno votato a misurare le prestazioni in un dato ambito operativo, e poi prendere in considerazione la somma o la media dei risultati, ben sapendo però che la piattaforma complessivamente migliore potrebbe non essere la migliore in tutti i campi. Oggi abbiamo sottoposto ogni cellulare a questo, che chiameremo stress test realizzato con i parametri sopracitati.

Gli spari sono stati quattro, i tributi sono: Asus Zenone max A1, Pixel 2XL, Sony Xperia A2 ultra, Viev 2 pro. Tutti ritenuti a pari merito simili e buoni ma questi sono gli Hunger phone e non c'è spazio per i pari meriti, noi cerchiamo l'unico, il supremo.

I restanti tributi sono: Primo fa tutti IPhone che con il suo sistema io11
chipset Apple A11 Bionic, processore 2x Monsoon + 4x Mistral.

Huawei 20p pro sistema operativo Android 8.1 EMUI 8.0 Oreo
chip set Huawei HiSilicon Kirin 970 processore 4x2.36 GHz Cortex-A73 + 4x1.84 GHz Cortex-A53.

Sirocco 8 sistema operativo and;.1 oreo chipset Snapdragon 835 Qualcomm MSM89984 processore x 2.36 GHz Kryo + 4x 1.9 GHz Kryo.

Lg v35 sistema operativo 8.1 oreo chipset Qualcomm Snapdragon 8454 processore x 2.8 GHz Kryo 385 + 4x 1.8 GHz Kryo 385.
Samsung s9 sistema operativo Android 8.0 Grace UX Oreo chipset 9810 SAMSUNG Exynos 9 processore 4x 2.8 GHz M3 Mongoose + 4x 1.7 GHz Cortex-A55.

Per stasera ai sopravvissuti un giochetto crudele e il loro zaino dell'energia sarà visibile e accessibile ... solo se attraverseranno il laghetto e non tutti i nostri eroi è possibile o consentito passare la notte dopo che si sono bagnati.

Domani, per chi supererà l'acqua ci sarà un test stress di funzioni, data transfer, sensori e display. Sarà una giornata intensa per i nostri tributi. Manca poco alla fine dei giochi, possa sempre la fortuna essere con loro.

Commenti

  1. l'Iphone è una sòla. Buono per i vip fricchettoni. Un mondo a parte chiuso nelle sue complicazioni.

    RispondiElimina
  2. Non posso esprimermi a questo punto della competizione. 😉. Vedremo come vanno a finire gli Unger Phone.
    😝

    RispondiElimina

Posta un commento