saga #Fallen #recensione

https://www.amazon.it/Fallen-I-Torment-Lauren-Kate-ebook/dp/B00NV4FNYA?ref=pf_ov_at_pdctrvw_dp


Se c'è una saga tre Unger games e Kay Scarpetta che rileggerei sarebbe Fallen. Nonostante il finale non mi abbia convinto.

Perché dico questo? Perché è un libro interessante sotto molti aspetti.

voglio dire oltre la storia d'amore in sé.

Il secondo libro è molto più interessante del primo. Lascia la melensa storia d'amore in cui era terminato il primo e inizia una nuova discorso introspettivo del bene e del male. Quindi Luce da ragazzetta posseduta dall'amore diventa suo malgrado il perno per capire il vero senso che divide un angelo da un demone. Si percepisce il ruolo del libero arbitrio e attraverso esso si ramifica la storia. Ovviamente la storia è inventata o per meglio dire prosegue in modo parallelo (e in alcuni aspetti in modo fantasioso) da quella originale ma non per questo perde di spessore, sebbene sia molto cattolica come versione dei fatti.
Ma anche la storia d'amore senza spoilerare si migliora (a dispetto dal primo) ponendo quesiti e riflessioni sui rapporti.
Un Daniel che deve scegliere il bene e il male, una Luce che non capisce il silenzio di lui e che sebbene dice di no a Cam (considerandolo il male assoluto ) viene tentata da un Miles con risvolti ancora da scoprire e un finale che non ti aspetti




Fallen-II-Passion-Lauren-Kate-ebook/dp/B00NV4FFMU?ref=pf_ov_a

pdctrvw_dp

Il terzo è simpatica come idea e romantica anche se alla lunga stanca. Perde di spessore dopo il secondo libro e ridiventa una storia d'amore. Un balletto senza tempo sulle pagine della storia. E ci sta. Memori del secondo si attende con ansia il quarto, godendosi il terzo.

E il quarto arriva, l'ultimo di fallen, e mi sento sopraffatta dalla stupidità con cui è stata rovinata la saga.

Il primo era carino ma neanche troppo avendo perso il suo fascino iniziale. Il secondo invece l'ho trovato molto bello perché aveva perso lo stile harmony della fine del primo e si era intensificato fino al terzo, che è riuscito fino a tre quarti dalla fine. Da lí in poi il carnevale di Rio De Janeiro era più di spessore. Mancava solo Gesù superstar e E.T telefono casa e il Muppet Show era al competo. Con l'entrata in scena del creatore inspiegabilmente chiamato Trono e di Lucifero l'autrice sembra aver perso di vista il vero carattere dei personaggi. È forse atea? Intendiamoci sapevo di non aver in mano un libro di catechismo ma veramente la storia prende direzioni assurde e illogiche. Bho a me la fine non è assolutamente piaciuta e ho fatto fatica a finirlo malgrado i vari "ah" seguiti dai "sí ma va bhe" di tutta la fine.


In conclusione Lo rileggerei? Sì. Perché quando li ho letti ero in piena crisi ossessiva liguida e quindi cercavo delle risposte che ovviamente non ho trovato. Ho fatto analogie con i personaggi. E quindi gli vorrei dare un'altra possibilità alla saga senza essere influenzata da me medesima.
























































Commenti

  1. Non credo siano il mio genere, visto che i capostipiti non mi piacciono per nulla XD

    Moz-

    RispondiElimina

Posta un commento