Senza social posso?

Non mi sento fuori dal mondo...senza social...anzi. Se uno vuole vedermi viene sotto casa, mi videochiama o mi invita. se uno vuole sentirmi mi telefona, o mi scrive un messaggio, un email o qui sul blog. Aspetta che mi colleghi e avrà la sua risposta. Di modi ce n'è tanti ma stalkerare sui social o sul blog, senza prendersi nessuna responsabilità di sorta, sembra essere la filosofia che va per la maggiore e io mi ribello a questo. Io, in questa fase della mia vita, dopo il mio trascorso, delusioni e dolori compresi, voglio essere vissuta dal vivo. Amore o amicizia è lo stesso. Non voglio più vivere rapporti di qualsiasi genere virtuali. Vuoi fare parte della mia vita? Bene! Sii presente davvero!! Prenditi la mia pace che sorpassa ogni pensiero, la mia allegria ma anche il caos e le tempeste perfette. Non vuoi? Allora chisièvistosièvisto ciao vai pure via! Non voglio più essere data per scontata, non voglio più dare l'idea che dove mi si abbandoni mi si ritrovi! No. No. No. Non voglio più pensare che la mia immagine non sia lo stesso di quella reale. Mi pare ridicolo e stupido giudicare da quel poco che si è riusciti a vedere. Vivermi non è per i deboli di cuore ma neanche sta eterna guerra ogni minuto. Ci sono cose che ero, cose che sarò, cose che non ho voluto più tornare a essere ma che non è detto che non sia destinata a tornare ad essere. Ci sono cose che non so perché non le vissute. Ma altre mi appaiono chiare: Parlo in generale. Lo dico a tutti:I giochi sono sono finiti. Oggi sono qua... domani realmente non lo so! Prendere oggi, per non perdermi domani. Il mio valore è tutto scritto sulla mia pelle e sulla mia anima. Così come i miei sentimenti. Il mio modo lento ma profondo e duraturo di amare. Di esserci, di prendermi cura, di voler bene. Resta solo il coraggio di venirlo a reclamare nella realtà. Questo è quanto.

Commenti

  1. Fai bene a prendere questa decisione. I social possono attirare ma poi conta davvero solo la vita reale, chi è disposto a tenerti la mano ed a darti un abbraccio quando ne hai bisogno :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non ho mai creduto nelle storie virtuali manco prima. Inizio a non credere in quelle reali figuriamoci virtuali.

      Elimina
  2. I social non vanno "streghizzati", hanno le loro validità che non vanno esasperate. Ti stai lentamente anestetizzando, somatizzando dolori e delusioni.. serena e goditi la vita, quella virtuale e, in particolar modo, quella reale. ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il loro valore terapeutico lo hanno avuto. Ora mi erano venuti a noia e poi avevano solo un nome e questa non aveva più senso. Meglio chiuderli e togliere alla mia vista sguardi che non mi possono appartenere.

      Elimina
  3. Anna, questa scelta di vita dovevi farla prima. Ora staresti meglio.
    Ciao.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. se non fossi ossimora li avrei già fatto. Se non fossi ossimora però non potrei dare emizioni, sai solo un cumolo di orrori ortofrafici.
      E comunque questa sono.

      Elimina
  4. Una scelta dettata sicuramente da ciò che hai vissuto :)
    In ogni caso, va benissimo così^^
    Goditela!

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mah sì, me la sono divorata questa vita tecnologica, per anni e anni e continuerò senza social sazia dei giorni passati (al momento).
      Poi del domani domani non vi è certezza... quindi^^ chi lo sà quale vento mi attraverserà?

      Elimina
  5. Arriva sempre il momento in cui bisogna prendere delle decisioni. O dentro o fuori! E hai perfettamente ragiona!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti, non ho intenzione di rimanere intrappalata in nessun meccanismo. Poi si sà che noi donne siamo complicate e qualche altri meccanismo dove complicarci la vita lo troviamo sempre^^... è istnto il nostro!

      Elimina
  6. Certamente si può vivere anche senza social.
    Fino a qualche anno fa lo facevamo tutti.

    RispondiElimina

Posta un commento