psicopativi fissi

2 mag 2018

Non doveva finire così...

Jessica: Io credo che la verità è che tu volessi stare da solo.

John: È una delle cose che si imparano in guerra. Infondo siamo tutti soli e nessuno ti verrà a dare una mano. Sii felice con Peter.

Jessica: Tu non ne sei convinto. Non ci credi vero? Vuoi essere coraggioso. Corri il rischio. Dimmi di aspettarti. Dimmelo e io lo farò.

...

Jessica: Non ci riesci proprio vero?

... (Troppo tardi)

John: Aspettami...     Per favore.

Jennings: Ma chi diavolo sei?

Reese: Una bella domanda. e' da molto tempo che non riesco a trovare una risposta. So chi ero prima. L'uomo che se l'è lasciata scappare. E sai perché? Lo vuoi sapere ... perché credevo che meritasse un uomo migliore di me. Credevo che meritasse qualcuno che si occupasse di lei. Che fosse presente. Credevo che meritasse qualcuno come te. Non so chi sono. speravo che fossi tu a dirmelo.

Jennings: dirti cosa?

Reese: che tipo di uomo sono diventato. Ora che lei non c'è più. Quando trovi quell'unica persona che ti mette in comunicazione con il mondo, diventi un uomo diverso. Un uomo migliore. Quando quella persona ti viene portata via che cosa diventi allora?


Finch: ho sempre avuto il terrore, che gli eventi che avevo deciso di mettere in moto avrebbero potuto cambiare le cose per te.
John: La mia vita è cambiata quando ho tenuto la bocca chiusa in quel dannato aereoporto... Tu non c'entri con quella storia.

#personofinterest #johnejessica

4 commenti:

  1. "Sii felice con Peter"
    In risposta sarebbe stato carino: "E mo' chi sarebbe sto Peter?!" ahahah... (come spoetizzo io, nessuno al mondo.. sallo...)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahshs questo qui non c'era niente spoetizzare! C'era da riflettere sul fatto che la scelta di lui di tacere ho portato la venuta di Peter che ha coinciso con la morte di lei.
      Se lui avesse scelto di parlare. Sarebbero insieme e lei non sarebbe morta per mano di Peter... quindi John si sente in colpa per averla persa e averla lasciata nelle mani sbagliate. Certo lui non lo sapeva ma ai suoi sensi di colpa questo non importa.

      Elimina
  2. Troppi simbolismi per chi non ha vissuto la storia di un amore spezzato.
    Ciao Anna.

    RispondiElimina

Pagine

“Vorrei avere avuto più fiori che cicatrici nel cuore.
Ma alla fine si è ciò che la vita t'insegna ad essere.”

Italiani, popolo di commentatori, tuttologi, blogger e sognatori^^

Scarica Curriculum