Poetica spiritual.mente


Oh Terra mia

Fanciulla color zaffiro
ti forgiai lentamente ma con
sapienza lasciando quel tocco
d'inespresso, di libero.
Cosi che tu ti potessi cambiar abito o
scena a tuo piacimento.
Non ti ideai tutta d'un fiato.
Ti vissi.
Respirandoti di volta in volta.
Soffiando potenza affinché tu
crescessi.
Luce nei tuoi occhi
{e sia giorno e sia notte}
muscoli sangue e ossa
{ed emersero terre dalle acque
profonde}
un abito, una pelle, una chioma
splendente
ma anche pulsioni, sentimenti
affinché fossi viva davvero.
{nacque la natura e con essa gli animali}
Guardandoti figlia mia adorata in
un bacio ti diedi il cuore e in una
carezza cervello
{creava l'uomo a sua immagina e somiglianza}
Ti amai sì, oh terra mia
ed un'anima ti diedi
{e creava dalla sua costola una compagna}
Ora non piangere mio speciale diletto.
Volevo mi scegliesti
ma hai scelto altro.
Sei caduta, ti sei persa, ma ora sei
qui davanti
e col bene più profondo ti
perdono e ti prometto di aver
sempre cura di te!

Spiritual.mente

Mente ecclesiastica, mente terrena
Mente spirituale, mente umana
cosa si cela dietro la tua bella voce?
Delle scritture facesti virtù
e le note imbrigliasti affinché ti servissero
ubbidienti esse ti accolsero
nel loro mondo
come residente forestiero fosti tu.
Oh moderno re Davide
non serve possedere città o talenti speciali
basta il tuo cuore e la tua mente soave
a far brillare in alto la fede, tua e di chi ti ascolta.
Dell’irruente Pietro prendesti la forza
della bella mano di Paolo l'arguzia e l'ingegno
e dell'intrepido Stefano lo zelo.
Ma soprattutto dell'amato nostro signore Gesù l'amore.

La fede

La fede è
la sicura aspettazione di realtà benché non vedute.
La fede io l'ho
io credo, aspetto, so.
A volte traballa, incespica, muta.
Come me.
A volte l'ho perduta inseguendo dolorose chimere.
L'ho cercata a tentoni nel buio ma mi sfuggiva, si allontana
forse non ero pronta, forse non capivo.
Poi l'ho ritrovata,
ed era un semino che non vedevo nemmeno,
Lungo il mio cammino.
E come un miracolo è rinata ed è cresciuta.
E questo grazie a te
Che l'hai resa stabile, preziosa.
Come il mio affetto che mi lega a te.

Tienimi la mano

Tienimi la mano Oh Geova
il vento spira forte oggi
così gelido e cattivo.
Lontano da te
Sembro foglia, sembro nuvola, sembro sola.
Accanto a te sono al riparo
perché mi fai da rupe, da albero, da faro
Sono ancorata, sono protetta.
Il maligno ha giocato a dadi col destino
ma non ha vinto.
Se ora spirasse ancor di più
io non avrei paura
correrei da te, alla mia torre.
Il turbine è destinato a cessare
allora si avrà pace
e sarà l’amore a regnare
sì, per l’eternità.

Geova

Di un posto informe
tu creasti un paradiso.
Decidesti struttura, forma e colore
e di ogni cosa bella il proprio valore.
Tu sei l’altissimo
tu sei il creatore
il nostro Padre celeste
il nostro grande insegnante.
A te dobbiamo tutto.
Ogni forma di vita è tua, ogni forma d’amore è tua.
Troppi delitti arrivano a te, troppe cose assurde
senza che si possa spiegarne il perché.
Io credo in te, Io prego te
tramite il tuo infinito figlio, questo sì.
Tu ascolti me, aiuti me.
Quando sento freddo, Tu ci sei.
Quando ho male dentro, Tu ci sei
Quando sbaglio ma chiedo perdono, Tu ci sei.
Sei il mio Dio, sei la mia guida
sei l’unico di cui mi possa fidare
che nel buio si veda
che a distanza di tempo non si perda
mai, proprio mai.
Di questo ho fede, di questo sono sicura
che il tuo amore non mi abbandoni, mai, proprio mai.

Come angeli e come demoni

È un labirinto questa vita 
nulla vi sfugge
tutti fissi e sospesi sopra la follia.
È un districarsi d’incontri
di anime gentili poi contorte.
Di persone che amano e poi odiano
di uomini come angeli e uomini come demoni.
Ogni persona porta dentro
sia il bene che il male
e le scelte che facciamo compongono quello che siamo.
Ogni persona che incontriamo lascia un segno
alle volte labile quanto la via che percorriamo
ma altre intenso, così deciso da farci perdere Il filo, il senso di ciò che siamo.
Ho visto angeli divenire niente
trasformarsi in sabbia comune, come tutti gli altri.
Ma ho visto la luce negli occhi di una persona,
era luce pura, luce cherubina anche se sembrava un demone.
Anche se lui stesso pensava di esserlo ma non lo era, era qualcosa di più.
Un angelo già santo è impeccabile, quasi scontato ma un demone che tralascia la sua via e diviene candido, rinunciando al suo mondo empio, questo sì, che è un miracolo.
Non esistono vie di mezzo
o siamo come angeli anche se con la faccia sporca o siamo come diavoli tentatori sviati dalle nostre stesse debolezze.
Tutti in balia di sentimenti e responsabilità
ma pur sempre convinti che valga la pena di credere, di vivere e soprattutto amare.

Ansiosa.Mente

Chiudi gli occhi e lascia che il respiro ritorni.
Apri le tue ali. Lascia che le ali della tua mente si allineano con quelle del tuo cuore.
Respira e punta gli occhi al cielo.
Ora guarda l'azzurro, l'immensità del suo azzurro.
L'infinito.
Guarda le nuvole.
Le bianche nuvole fatte di sogni e speranze, forti, apparentemente ferme ma in costante movimento di come chi le creò.
Guardale e sentile nella loro grandiosità. Nel loro essere eterne.
Ora senti in tuo cuore pulsare, il sangue nelle vene scorrere e sentiti una cosa piccola in mezzo a cose eterne.
Ora Sentiti parte d'esse. Sentiti parte dell'eterno.
Tutto andrà bene come quelle serene nuvole vegliano su di te. Tu ce la puoi fare.
E guarda ora i tuoi piccoli problemi umani in confronto a tanta grazia. Son cose venie nella logica dell'universo.
Da quassù tutto appare piccolo e tu sei smolecorizzata, trasparente ma inmensa quanto loro.
Nuvola sei diventata! Oppure aria o vento.
Sei un filo d'erba resistente ma anche fragile che
la madre terra cura.
Il tempo dilata i sensi e il tempo stesso si piega dinanzi alla creazione.
Tutto passa. Tutto si aggiusta.
Tutto cambia tranne l'eterno, esso esiste, esiste la natura, e tu ne fai parte anche se in relativa forma.
Il tuo cuore batte ancora… Il tuo sangue scorre ancora.. respiri ancora ... anche questa volta.
Domani è un altro giorno. Domani si vedrà. Oggi sei qui e questo è già tanto.
Oggi sei qui, ed è un giorno in più di ieri.
Domani si vedrà.

Commenti

  1. Grazie, ma chi sei tu ? Dal pensiero eccellente e Dal cuore sensibile e dove vivi tu creatura profonda , sorella onorevole che ci lasci d'incanto . Ancora Grazie d'esistere e d'essere poetessa spirituale. Buonanotte che Geova Dio continui ad ispirare i tuoi pensieri e i tuoi sentimenti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. wow ... sei più poeta della poetessa ^^
      Grazie 💯 che mi incoraggi🏵

      Elimina

Posta un commento