Core de Romano. Il blog che non sapevate di stare cercando!!

Questo blog non è mio ma è come se lo fosse perché l'ho creato per il mio amico poeta Edoardo Garzia.
Ora è suo definitivamente!! Visto che ha iniziato a pubblicare da solo.
Secondo me una guardatina alle sue poesie io gliela darei e magari lo seguirei pure!!
Ha bisogno dell'aiuto i tutto noi!! È bravissimo!! 
Scrive poesie in dialetto romano oppure racconti, anche in italiano.
Buon visione🤗!!

Commenti

  1. Che bello, sicuramente passo da lui anche perché a me i romano piace molto e siccome il mio Rrrromano lo costringo spesso a scrivermi/parlarmi nel suo dialetto...!Grazie per la segnalazione :)

    RispondiElimina
  2. Sì, sono molte belle. Adesso ne trovi pochine ma ogni giorno ne metterà una o due in più (diamogli tempo😅)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E m'aritrovo cor core gonfio, pieno d'amarezza; so' triste e però a vorte me compiacio de 'sta città capace de cadè e riarzarsi, 'na vorta li stranieri veniveno da lei co' ammirazzione, ora vengheno come sen ed on fregannose tutto a profusione; ma tant'è Roma è sempre come 'na mamma, accoje tutti.

      Elimina
  3. Risposte
    1. Davide spiega a tuo padre come si commenta sul blog 🤔

      Elimina
  4. Penso che ha imparato da solo ... Ho ricevuto i suoi commenti. Poi guardo se ha visto i miei sul suo blog...
    Comunque grazie!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E'strano 'sto blogghe, m'aritrovo a esse visto dall'americani e puro da quelli che so' esquimesi, ma dalli romani..... quarche vorta vado sur sito de Roma mia su fb e scrivo 'n pensiero, 'na frase, quarche battua forse 'na poesia, ma me pare strana 'sta città indove se parleno tutte le lingue der monno, ma er romano scenne sempre più in fonno.

      Elimina
    2. E sta società che è strana. Continua così^^

      Elimina
    3. Aria de vita............
      Quanno n'omo accarezza 'n ber fiore, capisci ch'er core suo è pronto p'amà, lo capisci pure si nun parla, so' li gesti, che fa nella vita, che te deveno 'nsegnà. Li scienziati dicheno ch'è 'n fattore biologico, desidera solo d'accoppiasse, po' esse, dico sempre, ma so' li stati d'animo, che lo porteno a nun'imbrojiasse.
      A 'sti saputoni, je dico che nun cercassero troppo, tra le scartoffie e li scaffali, basta vedè l'omo e la donna, l'occhi loro, le labbra e li sospiri, so' più leali. Li neuroni, le cellule, fanno tutti parte, dell'arida informazione della scienza, anche a studialli, capisci che senza 'n legame, 'nvisibile, nun riesci a sta' senza.
      L'amore, è fatto de quarcosa che lo capisci, ma nun lo sai spiegà, e come potresti a omo, solo er Creatore, che l'ha messo indentro a noi, lo sa. Lo senti dar profumo della donna tua, che nun assomija a quello dei fiori, quanno accarezzi co' delicatezza la sua pelle, e guardi dall'occhi li suoi umori.
      E' l'amore, 'na forza ch'è capace de distrugge, e ricostruì tutto er monno, ricordate ch'er Creatore, co' l'amore, attrae ogni cosa che c'ha 'ntorno. Chi te dice che dell'amore sa ogni cosa, che tutta la storia è spiegata, nun je da retta, faje legge 'sta poesia...........e, dijie che se facesse 'na passeggiata. garziaedoardo@gmail.com

      Elimina
    4. Preferisco quando le scrivi on italiano ma comunque ☺ grazie. 🤩

      Elimina
  5. Di niente, io sono il factotum per eccellenza
    😁

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Seee... cor cavolo.... e anche co' li broccoletti ecc. ecc.

      Elimina

Posta un commento