Pensiero Disturbato del giorno...

Io non so cosa significhi avere il piacere di stare con chi ami, Perché a partire dal mio ex marito me li sono scelti i miei rari eletti (selezionati dalla mia anima con cura) e non per vantarmi  tutti completamente sbagliati. Quindi io non so fino a ieri avrei potuto immaginare ma oggi manco quello mi riesce più.
Ad ogni modo sebbene io non sappia di preciso cosa si possa provare, trovo comunque ridicolo che alla nostra età,  quindi non più giovanissimi, si voglia rinunciare ad un viaggio a Parigi o anche solo un fine settimana da una amica perché stiamo conoscendo (manco fidanzandoci) con un tipo (che poi ci lacerebbe andare per inciso).
Io sono rimasta allibita, non tanto per il viaggio in sé (in quanto parto con un'altra e ciao)ma perché non riesco a capire come ci si possa annullare così per l'amore di uno che non la pensa manco così tral'altro. Per quanto possa essere forte il desiderio per lui, io credo che una volta sposati, si abbia tutta la vita davanti. Ma Parigi con me no. Parigi piuttosto che un'altra cosa. Il senso è la rinuncia fine a se stessa.
Io davvero non lo so. Bho. Ma se mi dovessi mai sposare io credo che lo lascerei libero di farsi un paio di giorni con gli amici. Certo non sempre, ma un paio di volte l'anno che sarà mai?? Oppure andare a giocare a pallone, piuttosto che a suonare con gli amici una volta alla settimana, che male c'è? Ma che vada e si diverta pure. Io farò altro. È giusto. Sìamo grandi con vite già stabilite. Una volta che lui dovesse scegliere me (e la terra non si autodistrugge subito dopo) e mi dimostra con amore, non ha senso ammorbarlo con la gelosia e il possesso. Io sono così. Libera. Anche fin troppo. Anche io dovrei imparare o meglio rieducarmi a rendere conto a lui. È normale.
Comunque non è l'unica, la cosa peggiore sono i mariti che fanno e disfano e appena la moglie fa mezzo passo in più delirano (altra mia amica). Quelli mi fanno ancora più schifo. Ma la colpa anche della moglie che soggiace e mai si ribella.
In sintesi: w la libertà abbasso il matrimonio!!!

Commenti

  1. Io ti dico: l'amore vale sempre la pena di viverlo bevendo ogni goccia che cade dalla borraccia. Quindi annullerei anche io il viaggio a Parigi, per rimanere vicino alla persona che sto conoscendo e che mi piace. Poi quando si è sposati, magari, si dovrebbe fare qualche pausa per consentire agli amici dello sposo\sposa di poter esistere ancora...Quindi apprezzo che tu lo dica di voler lasciare gli spazi all'altra metà.

    RispondiElimina
  2. Dipende sempre dalle proprie esperienze. Io vengo da un ventennio di matrimonio lager. Dove altro che libertà, il privilegio maggiore era che sopportasse la mia presenza. Però non era un violento o un desposta. Ci tengo a precisarlo. Era nel suo mondo ma finché eri nel tuo mondo lavorando e stavi a casa con la bambina. Tutto andava bene.

    RispondiElimina
  3. Non capisco manco io perché una persona, una volta accoppiatasi (nel senso di vita di coppia) poi debba rinunciare a amicizie e al resto. Non ci riuscirei mai, forse è per questo che le mie storie sono sempre un po' fumose XD

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho chiarito con la mia amica. Mi dà pure ragione ma chissà poi perché il viaggio è comunque troppo impegnativo.

      Va bhe io ci rinuncio. Infondo ognuno ha la propria idea della vita e le proprie conseguenze, aggiungerei.

      Elimina
  4. Uno solo è buono ma è difficile trovarlo. Gli altri sono sbagliati.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, lo so. Ma in questo momento non credo più nel mio giudizio e in me stessa. Per questo mi prendo questo anno sabbatico per riflettere e uscire fuori dal tunnel amoroso.

      Elimina

Posta un commento