Invece no!

Nella vita impari tuo malgrado: che sì, ci può essere dicembre senza te. Perché non basta respirare se poi non ti sa togliere i respiri ma in compenso ti regala sospiri.

Forse bastava respirare (e no sospirare)
solo respirare un po'.
Fino a riprendersi ogni battito e non cercare l'attimo
per andar via. Non andare via. (Ma bisogna volerlo in due )
Perché non può essere abitudine Dicembre senza te. (E invece può, quando semplicemente è questa la realtà)
Chi resta qui spera l'impossibile... ( Eh già...)

Invece no, non c'è più tempo per spiegare
Per chiedere se ti avevo dato amore (tanto è sempre colpa mia)
Io sono qui... (Come sempre)
E avrei da dire ancora, ancora... (Ma a te non importa)

Perché si spezzano tra i denti
le cose più importanti
Quelle parole
Che non osiamo mai (o che hai rinnegato, dimenticato, deluso di aver anche solo pensato)
E faccio un tuffo nel dolore per farle risalire
Riportarle qui... 
Una per una qui (senza un motivo, senza una gioia)
Le senti tu... pesano e si posano per sempre su di noi
E se manchi tu
Io non so ripeterle
Io non riesco a dirle più! (Meglio, che mi serva da lezione a tempo indefinito)

Invece no
qui piovono i ricordi (in me)
Ed io farei di più di ammettere che è tardi (ma a te che ti frega)
Come vorrei...
Potere parlare ancora, ancora (eh già)
E invece no!
Non ho!
Più tempo per spiegare
Che avevo anch'io, io!
Qualcosa da sperare davanti a me
Qualcosa da finire insieme a te (stupidamente)

Forse mi basta respirare
solo respirare un po'
Forse è tardi, forse invece no. (E invece forse sì)




Commenti