Eri tu l'amore mio vero. Punto. Morte. E A capo.


Eri una molecola di luce, quel tipo di luce che nel buio viene ad insegnarti che infondo al tunnel luce c'è. 
Luce che faceva crescere, illuminava tutti i giorni miei. Tutte le mie notti.
Eri anche quella molecola che trasforma l'acqua in vita, la mia vita.
Eri quella molecola che sta dentro il plasma e che lo porta poi a irrorare tutto l'organismo. Eri nelle mie vene dunque, eri nel mio sangue, eri l'amore mio. 
Eri senza dubbio qualcosa che mi apparteneva e in qualsiasi modo io lo guardassi tu sapevi essere la cosa più giusta che la natura aveva creato per me. Perché Dio attraverso la natura, attraverso te, Dio mostrava di amare me.



Commenti

  1. Se non è più così, è perché la natura della stessa molecola era fatta per essere in questo modo...

    Moz-

    RispondiElimina
  2. No, invece ho. La molecola era a tempo indefinito!! Solo che forse i fattori esterni gli hanno cambiato gli elementi o forse solo condizionato. Quindi non è stato scritto ancora la fine di questa molecola.

    RispondiElimina

Posta un commento