Dallo specchio del bagno appanato scrisse il  nome di lui ed un cuore, con un sorriso adolescenziale sul viso.
Poi con gli occhi seri disse guardandosi attraverso quello specchio: tu hai paura. Soltanto una dannata paura di uscire dalla precaria stabilità in cui ti sei rifugiato. Non è vero cerchi chi ti sposti l'equilibrio, tu hai bisogno solo di trovare la forza di mettere a rischio il tuo essere. Perché lo so che pensi io sono stata costruita per sopravvivere a tutto e tu no. Ma forse è qui che ti sbagli. Siamo vulnerabili  entrambi. Ma questo da più valore al tutto. Cogli il rischio, cogli la rosa che questo è il momento.
Lo specchio di rimando come a voler dare una risposta, riassorbì tutto il suo vapore lasciando un semplice alone là dove lei aveva scritto il nome di lui.

Commenti

  1. Mai parlare con gli specchi. Sono molto dispettosi.
    Bacio Anna.

    RispondiElimina
  2. Bhe dentro gli specchi tutto può accadere...

    RispondiElimina

Posta un commento