A chi non è come neve (#poesia)

La regina delle nevi (Me)

Sono  la regina delle nevi, dicono  che non so amare.
Ma non è vero
non  è facile lasciarsi andare.
Io lo vorrei
ma dentro nevica, nevica  sempre.
È neve sottile
ma non riesco a scioglierla.
Solo la mano calda della principessa ci riesce ma dove lei passa
essa ricade, ricade ancora.
Sembra andare tutto bene il freddo sta calando
quando una voce  grida
dall’alto: Salvate la regina! Salvate la regina!
Ma nulla vi può Solo l’amico sole che tutto scioglie.
Ha promesso che verrà
Ma non è ancora arrivato, chissà quando lo farà
e se lo farà.
E dentro nevica, nevica  ancora.


Cade la neve

Cade la neve (Te)
Cade la neve come la notte
leggera e silenziosa
bianca e trasparente.
Ella danza nell’aria mentre ti guarda.
All'improvviso
un fiocco  solitario
sul tuo viso si poggia
e tenero un bacio ti porge.
Sciogliendosi così, amandoti così..
diviene  lacrima, diviene anima, diviene  gioia, diviene  amore.
Ma non ha tempo per parlarti
c’è troppa confusione.
Ma non ha tempo  per i rimpianti
c’è troppa passione.
Ma non ha tempo  per amarti
esso concede e poi scompare.

Commenti

  1. Non sei un ghiacciolo. La colpa è del maschio impaziente.
    L'erotismo per la donna va anche oltre il sesso. E' fatto di sguardi, di profumi, di carezze tante altre cose.
    L'uomo ha l'erotismo primordiale. Deve entrare e si disinteressa anche dell'affettività dell'altra.

    RispondiElimina
  2. Bhe sì, forse hai ragione.
    Era da tanto che non pensavo a questa cosa. Ma forse sono più notte e più inverno. La primavera e l'estate ho solo pensato che potessero essere parte di me. Invece no.

    RispondiElimina
  3. Bravissima Anna, mi è piaciuta molto cade la neve.
    Ciao e ti auguro una serata serena.

    RispondiElimina

Posta un commento